Tutti gli aggiornamenti sulla nuova privacy - Diario quotidiano del 22 maggio 2018

1) Nuova privacy: disponibile la procedura per la comunicazione dei dati di contatto del responsabile (RPD)
2) Operazioni straordinarie e credito di imposta per attività di ricerca e sviluppo: comportamenti anomali pregressi regolarizzabili senza sanzioni
3) Rassegna di giurisprudenza di legittimità: tra cui, niente studi di settore per le imprese in crisi economica
4) Individuate le attività lavorative a bordo delle navi
5) I cluster d’impresa: opportunità di sviluppo per ampliare l’attività del Commercialista
6) Protezione dati: approvato il Protocollo che aggiorna la Convenzione 108
7) Nuova privacy: dal 25 maggio applicazione di sanzioni diversificate
8) L’imposta proporzionale sui fitti di locali strumentali è compatibile con l’UE
9) Ennesimo restyling dei modelli di dichiarazione dei redditi 2018, istruzioni e specifiche tecniche

1) Nuova privacy: disponibile la procedura per la comunicazione dei dati di contatto del responsabile (RPD)

2) Operazioni straordinarie e credito di imposta per attività di ricerca e sviluppo: comportamenti anomali pregressi regolarizzabili senza sanzioni

3) Rassegna di giurisprudenza di legittimità: tra cui, niente studi di settore per le imprese in crisi economica

4) Individuate le attività lavorative a bordo delle navi

5) I cluster d’impresa: opportunità di sviluppo per ampliare l’attività del Commercialista

6) Protezione dati: approvato il Protocollo che aggiorna la Convenzione 108

7) Nuova privacy: dal 25 maggio applicazione di sanzioni diversificate

8) L’imposta proporzionale sui fitti di locali strumentali è compatibile con l’UE

9) Ennesimo restyling dei modelli di dichiarazione dei redditi 2018, istruzioni e specifiche tecniche

****

Nuova privacy: disponibile la procedura per la comunicazione dei dati di contatto del responsabile (RPD)

In base all’articolo 37, paragrafo 7 del Regolamento UE/2016/679 occorre che i soggetti pubblici e privati comunichino al Garante per la protezione dei dati personali il nominativo del Responsabile della Protezione dei dati, se designato.

Questa disposizione mira a garantire che le autorità di controllo possano contattare il Responsabile della Protezione dei Dati in modo facile e diretto, come chiarito nelle Linee guida sui Responsabili della Protezione dei Dati (RPD) adottate dal Gruppo Articolo 29 (WP 243 rev. 01 – punto 2.6).

Si ricorda, infatti, che in base all’articolo 39, paragrafo 1, lettera e) del Regolamento, il Responsabile della Protezione dei Dati funge da punto di contatto fra il singolo ente o azienda e il Garante.

Sul sito dell’Autorità è disponibile una procedura online per la comunicazione del nominativo.

Per facilitare i soggetti tenuti all’adempimento, nella sezione dedicata alla procedura, è presente anche un facsimile in formato .pdf – da non utilizzare per la comunicazione al Garante – che consente di familiarizzare con l’adempimento e verificare, prima di iniziare la compilazione online, quali saranno le informazioni richieste.

Comunicazione dei dati di contatto del Responsabile della Protezione dei Dati – RPD (art.37, par.7 del Regolamento (UE) 2016/679 – RGPD)

Sul sito del Garante della Privacy, cliccando sul campo Comunicazione, si ottiene:

  • Compilazione della comunicazione
  • Istruzioni
  • Fac-simile del modello di comunicazione
  • Pagina informativa sul RPD.

(Garante della Privacy, nota del 18 maggio 2018)

SCOPRI QUI IL NOSTRO PACCHETTO PRIVACY

****

Protezione dati: approvato il Protocollo che aggiorna la Convenzione 108

Dopo un lungo iter iniziato nel 2011 è stato portato a termine dal Comitato dei ministri del Consiglio d’Europa, il processo di modernizzazione della Convenzione 108 del 1981 sulla protezione degli individui rispetto al trattamento automatizzato dei dati personali.

L’adozione formale è avvenuta in occasione della Ministeriale di Elsinore il 18 maggio scorso.

Il Protocollo emendativo, che aggiorna la Convenzione 108, sarà aperto alla firma il 25 giugno, in occasione della sessione dell’Assemblea Parlamentare del Consiglio d’Europa.

La modernizzazione della Convenzione 108, che è tuttora l’unico strumento sulla protezione dei dati vincolante a livello internazionale, risponde alle molte sfide intervenute negli anni per l’avvento delle nuove tecnologie, assicurando la tenuta dei principi della Convenzione e rafforzandone i meccanismi per la sua effettiva implementazione.

Il Protocollo garantisce standard elevati in una cornice normativa flessibile che facilita la loro adozione da parte di un ampio numero di Paesi, inclusi quelli che non fanno parte del Consiglio d’Europa….

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it