Privacy: da oggi decorre l’applicazione del nuovo Regolamento europeo - Diario Quotidiano del 25 maggio 2018

1) Privacy: da oggi decorre l’applicazione del nuovo Regolamento europeo
2) Aggiornato software Gerico 2018, ma congruità, coerenza e normalità salve
3) Pronta anche la nuova versione del software per i Parametri 2018
4) Altre di fisco
5) Antiriciclaggio: niente sanzione per la mancata tenuta del registro, vale anche per il passato
6) Impresa 4.0, iper-ammortamento: chiarimenti su beni agevolabili e interconnessione
7) Tutela del principio di libera concorrenza in materia di prezzi di trasferimento
8) Fattura elettronica solo l’emittente conserva il documento in formato xml
9) Spese abiti tra le spese di rappresentanza
10) Customs decision DPO: errori rilevati frequentemente
11) Ripresa dell’obbligo del versamento delle ritenute IRPEF sospese per eventi sismici dal 24 agosto 2016
12) Disponibile pure il software di compilazione modello Redditi Sp 2018

***

Privacy: da oggi decorre l’applicazione del nuovo Regolamento europeo

Da oggi (25 maggio 2018) deve essere applicato anche in Italia il nuovo Regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali (Reg. UE 679/2016: “General Data Protection Regulation”, cd. “GDPR”), al fine di evitare le connesse devastanti sanzioni.

Il GDPR è vincolante in ogni sua parte sia per gli Stati membri che per i cittadini (attualmente lo schema di decreto legislativo finalizzato a adeguare il quadro normativo nazionale alle disposizioni regolamento è stato approvato dal nostro Garante della Privacy).

Tra le novità più rilevanti del GDPR vi è quella della nomina del responsabile della protezione dei dati (cd. “RPD” o “Data protection officer – DPO”).

La precedente Direttiva (Dir. 95/46/CE) recepita dal D.Lgs. n. 196/2003 (c.d. Codice Privacy) viene espressamente abrogata.

SCOPRI IL NOSTRO PACCHETTO (VIDEOCORSO + MATERIALE STAMPABILE) DEDICATO

 

Responsabile della protezione dei dati

Il RPD, che è un soggetto designato dal titolare o dal responsabile del trattamento dei dati con il compito di assolvere a funzioni di supporto e controllo, consultive, formative e informative relativamente all’applicazione del GDPR (art. 37 Reg. UE 679/2016), coopera con l’Autorità Garante e costituisce il punto di contatto tra la singola azienda e il Garante, per le questioni connesse al trattamento dei dati personali (artt. 38 e 39 Reg. UE 679/2016).

Il RPD deve possedere una conoscenza approfondita della normativa e delle prassi in materia di privacy ed offrire, con professionalità adeguata, consulenza per progettare, verificare e mantenere un sistema organizzato di gestione dei dati personali, coadiuvando il titolare nell’adozione di un complesso di misure (anche di sicurezza) e garanzie adeguate al contesto in cui è chiamato a operare. Deve agire in piena indipendenza e autonomia, senza ricevere istruzioni e riferendo direttamente ai vertici.

Il RPD deve poter disporre, infine, di risorse (personale, locali, attrezzature, ecc.) necessarie per l’espletamento dei propri compiti.

Obbligo di nomina del RPD

Il titolare e il responsabile del trattamento dei dati devono nominare un RPD quando le loro attività principali consistono in trattamenti che:

  • per loro natura, ambito di applicazione e/o finalità, richiedono il monitoraggio regolare (che avviene cioè in modo continuo, ricorrente o a intervalli definiti) e sistematico (cioè organizzato, predeterminato e metodico) degli interessati su larga scala;
  • riguardano, su larga scala, categorie particolari di dati personali (previste dall’art. 9 GDPR) o di dati relativi a condanne penali e a reati (previsti dall’art. 10 GDPR) (ad es.: istituti di credito; imprese assicurative; società finanziarie; società di revisione contabile; società di recupero crediti; istituti di vigilanza; partiti e movimenti politici; sindacati; caf e patronati; imprese di somministrazione di lavoro; società operanti nel settore della cura della salute, della prevenzione/diagnostica sanitaria; società di call…
Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it