Credito d’imposta per gli investimenti: soggetti interessati al cofinanziamento PON I&C

di Vito Dulcamare

Pubblicato il 11 maggio 2018



La recente emanazione, da parte del MISE, del decreto che ha adeguato precedenti disposizioni in materia di ammissione e rendicontazione delle spese agevolate con il bonus investimenti, e i successivi commenti della stampa specializzata, sembrano aver sollevato dubbi sull’individuazione dei soggetti destinatari dei particolari adempimenti previsti dal citato decreto. L'articolo prevede la spiegazione pratica della compilazione della Comunicazione per la fruizione del credito d’imposta

La recente emanazione, da parte del MISE, del decreto direttoriale 23 aprile 2018, che ha adeguato precedenti disposizioni in materia di ammissione e rendicontazione delle spese agevolate con il bonus investimenti, e i successivi commenti della stampa specializzata sembrano aver sollevato dubbi sull’individuazione dei soggetti destinatari dei particolari adempimenti previsti dal citato decreto. 

In realtà, dubbi non hanno ragione d’essere in quanto, fin dalla fine del 2016 (primo anno di applicazione del bonus), il MISE aveva chiarito l’ambito di applicazione delle norme, individuando i beneficiari del credito d’imposta Programma operativo nazionale Imprese e Competitività 2014/2010 (anche definito PON I&C); peraltro, considerato che la richiesta al MISE è fatta direttamente dall’Agenzia delle entrate, la mancanza di un decreto del MISE che riconosca il diritto al credito è, di per sé, motivo per escludere che si tratti di credito d’imposta PON I&C.

In ogni