I controlli della Guardia di Finanza per il 2018: attenzione alle società sportive dilettantische lucrative – Diario quotidiano del 19 aprile 2018

di Vincenzo D'Andò

Pubblicato il 19 aprile 2018



1) Indice TFR di marzo 2018
2) La Guardia di Finanza con una nuova circolare richiama l’attenzione sui nuovi controlli fiscali
3) Guardia di Finanza: le norme fiscali contenute nel Codice del terzo settore decorrono dal 1° gennaio 2018
4) Guardia di Finanza: occhio anche nuove società sportive dilettantistiche lucrative
5) Guardia di Finanza: i commercianti al minuto, a richiesta del cliente, dovranno rilasciare la fattura elettronica
6) Accordo per la regolamentazione dei co.co.co.
7) Le false spese mediche sfociano nel diritto penale
8) Enti non profit: adeguamento statuto sulla base del Codice del terzo settore deliberato dall’assemblea ordinaria entro 180 giorni dall’operatività del Runts
9) Enti del Terzo Settore: disciplina fiscale senza più segreti chiarita dai Commercialisti
10) VisitInps Scholars: bando per borse di studio VisitInps Fellowship

1) Indice TFR di marzo 2018

2) La Guardia di Finanza con una nuova circolare richiama l’attenzione sui nuovi controlli fiscali

3) Guardia di Finanza: le norme fiscali contenute nel Codice del terzo settore decorrono dal 1° gennaio 2018

4) Guardia di Finanza: occhio anche nuove società sportive dilettantistiche lucrative

5) Guardia di Finanza: i commercianti al minuto, a richiesta del cliente, dovranno rilasciare la fattura elettronica

6) Accordo per la regolamentazione dei co.co.co.

7) Le false spese mediche sfociano nel diritto penale

8) Enti non profit: adeguamento statuto sulla base del Codice del terzo settore deliberato dall’assemblea ordinaria entro 180 giorni dall’operatività del Runts

9) Enti del Terzo Settore: disciplina fiscale senza più segreti chiarita dai Commercialisti

10) VisitInps Scholars: bando per borse di studio VisitInps Fellowship

****

2) La GdF con una nuova circolare richiama l’attenzione sui nuovi controlli fiscali (circolare prot. n. 114153/2018 del 13 aprile 2018)

Tra le principali novità (D.L. 16 ottobre 2017, n. 148, convertito, con modificazioni, dalla Legge 4 dicembre 2017, n. 172, c.d. “decreto fiscale 2018”) che impattano sull’attività operativa dei Reparti, in particolare, vengono segnalate:

  • le modifiche alle disposizioni concernenti la trasmissione dei dati delle fatture emesse e ricevute (c.d. “spesometro”) di cui all’art. 21 del D.L. 31 maggio 2010, n. 78, convertito dalla Legge 30 luglio 2010, n. 122 (art. 1-ter), adempimento peraltro abrogato, a decorrere dal 1° gennaio 2019;
  • l’estensione dell’ambito applicativo del c.d. split payment di cui all’art. 17-ter del D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 633 (art. 3);
  • la nuova procedura di collaborazione volontaria per l’emersione di redditi prodotti all’estero (art. 5-septies);
  • la tenuta, con sistemi elettronici, dei registri IVA acquisti e vendite di cui agli artt. 23 e 25 del D.P.R. n. 633/1972 (art. 19-octies).

Poi in relazione alla Legge 27 dicembre 2017, n. 205 (c.d. “legge di bilancio 2018”) vengono segnalati:

  • gli interventi sugli artt. 20 e 53-bis del T.U. del Registro di cui al D.P.R. 26 aprile 1986, n. 131, in tema, rispettivamente, di “Interpretazione degli atti” e “Attribuzione e poteri degli Uffici” (art. 1, comma 87);
  • le disposizioni in materia di cessioni gratuite di beni di cui alla Legge 19 agosto 2016, n. 166 (art. 1, comma 208);
  • le norme in tema di società sportive dilettantistiche lucrative (art. 1, commi da 353 a 361);
  • l’estensione della