Ecco come pagare i rifornimenti per detrarre l’Iva sulle spese dei carburanti - diario quotidiano del 6 aprile 2018

1) Ecco come pagare per detrarre l’Iva sulle spese dei carburanti 

2) Benefici fiscali e contributivi per chi inizia una nuova attività in regime forfettario

3) Credito PMI: ecco le risorse disponibili per investimenti in beni strumentali

4) Accesso all’APE sociale e alla pensione anticipata per i lavoratori precoci

5) Accertamenti e controlli tributari: l’Erario incassa 70 milioni di euro in più nei primi due mesi del 2018

6) Tenuta dell’Albo dei Commercialisti: pronto il sondaggio su come si svolgono  controlli e verifiche periodiche

7) Trasparenza dell’Ordine territoriale Commercialisti: è il collegio sindacale che deve rilasciare l’attestazione OIV entro il 30 aprile 2018

8) IFAC 2018: è partito il sondaggio sugli studi dei Commercialisti

9) Consiglio nazionale dei Commercialisti: è guerra aperta contro l’escapologo

10) Revisione della spesa dei ministeri: online gli accordi di monitoraggio

 

****

1) Ecco come pagare per detrarre l’Iva sulle spese dei carburanti

Detrazioni e deduzioni sulle spese connesse all’acquisto di carburanti: arrivano i primi tasselli che compongono il mosaico delle misure anti evasione nel campo dei mezzi di trasporto.

Con il provvedimento, Prot. n. 73203/2018 del 4 aprile 2018, il direttore dell’Agenzia delle entrate ha, infatti, individuato gli idonei mezzi di pagamento per potere detrarre l’IVA sulle operazioni di cui all’art. 19-bis1 del D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 633.

Peraltro, anche ai fini del TUIR le forme di pagamento qualificato individuate nel neo provvedimento vengono considerate forme idonee parimenti ai fini della deducibilità delle spese e degli altri componenti negativi di reddito.

Dunque, in virtù di tale art. 19-bis1, co. 1, lettera d), del D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 633, ai fini delle detrazione dell’IVA relativa alle spese per l’acquisto di carburanti e lubrificanti per autotrazione, sono ritenuti idonei a provare l’avvenuta effettuazione delle operazioni i seguenti mezzi di pagamento:

  1. gli assegni, bancari e postali, circolari e non, nonché i vaglia cambiari e postali;
  2. quelli elettronici (previsti all’art. 5 del Lgs. 7 marzo 2005, n. 82, secondo le linee guida emanate dall’Agenzia per l’Italia Digitale con determinazione 22 gennaio 2014, n. 8/2014, punto 5), tra cui, ad esempio:
  • addebito diretto;
  • bonifico bancario o postale;
  • bollettino postale;
  • carte di debito, di credito, prepagate ovvero di altri strumenti di pagamento elettronico disponibili, che consentano anche l’addebito in conto corrente.

Tali mezzi di pagamento sono, quindi, idonei a consentire la deducibilità della spesa ai sensi del DPR 22 dicembre 1986, n. 917 (TUIR).

Nelle motivazioni del provvedimento viene spiegato che la legge di bilancio 2018 (legge n. 205 del 27 dicembre 2017) ha introdotto, tra l’altro, con decorrenza 1° luglio 2018, una serie di limitazioni alla detraibilità dell’imposta sul valore aggiunto (art. 1, comma 923) relativa all’acquisto di carburanti e lubrificanti destinati ad aeromobili, natanti da diporto e veicoli stradali a motore, subordinando le stesse all’utilizzo di forme di pagamento qualificato.

A tali fini, il neo provvedimento individua le forme di pagamento qualificato ritenute idonee dal legislatore che troveranno applicazione anche nelle ipotesi in cui, sulla scorta di specifici accordi, il pagamento avvenga in un momento diverso rispetto alla cessione, come accade, ad esempio, per le carte utilizzate nei contratti c.d. di “netting”, laddove il gestore dell’impianto di distribuzione si obbliga verso la società petrolifera ad effettuare cessioni periodiche o continuative in favore dell’utente, il quale utilizza, per il prelievo, un sistema di tessere magnetiche rilasciate direttamente dalla società petrolifera (si vedano, al riguardo, le circolari n. 205/E del 12 agosto 1998 e n. 42/E del 9 novembre 2012).

Tale sistema è valido anche a seguito delle novità introdotte…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it