La torta mimosa del Commercialista Gastronomico

 

Giovedì scorso è stato l’8 marzo, Festa della donna: emblema della Festa è il fiore di mimosa. pianta che fiorisce a fine inverno ed è fra le prime a rallegrare l’ambiente col suo giallo acceso; secondo i nativi americani i fiori della mimosa hanno un significato ben preciso: forza e femminilità.

Ultimamente per quest’occasione le pasticcerie proliferano di torte mimosa: il nome e la forma sembrano fatti apposta per ricordare la festa della donna.

In realtà la torta mimosa fu inventata dal pasticciere reatino Adelmo Renzi solo durante gli anni ’50 e fu presentata a Sanremo nel 1962 durante un concorso dolciario, vinto dallo stesso Renzi. Il nome non è legato alla festa della donna bensì alla città di Sanremo, conosciuta anche come “città dei fiori”. San Remo è anche la capitale della Riviera di Fiori, cioè del tratto di riviera ligure che inzia a Cervo e finisce a Mentone, denominata così  perché ricca di vivai ma anche per il suo clima mite, in cui l’inverno sembra sempre una lunga primavera.

Renzi non ha mai rivelato la ricetta della sua torta mimosa, ma in tanti hanno provato a replicarla

Di base la torta prevede pan di spagna bagnato con un sapore di liquore crema pasticcera e panna. La sua particolarità è nella presentazione, fatta con tanti cubetti pan di spagna, che deve riuscire di un giallo brillante per sembrare un fiore di mimosa

Come preparare e decorare la torta mimosa?

La difficoltà della mimosa non è negli ingredienti, bensì nella preparazione finale.

Gli ingredienti sono semplici: pan di spagna, crema pasticcera, bagno  (di solito entrambi con un lieve sentore di ananas e limone) e panna.

In un vassoio poggiamo il primo strato di pan di spagna e lo bagniamo col bagno preparato, spesso lo si profuma di ananas e limone. Copriamo con la metà della crema e livelliamo con una spatola.
Poggiamo il secondo strato, inzuppiamo col bagno e copriamo col resto della crema. Anche la crema può essere profumata con ananas e limone.

Prendiamo l’ultimo strato e con il coltello rifiliamo i bordi mantenendo solo la parte centrale morbida. La sbricioliamo completamente in una ciotola.

Ricopriamo la superficie della torta coi cubetti di pan di spagna lasciando liberi i bordi.

Infine la panna montata avanzata riempiamo la sac a poche e decoriamo lungo tutto il bordo della torta (ovviamente a casa useremo la panna spray).

Varianti?

Sono possibile infinite varianti che possono dare colori e sapori diversi alla torta (anche al cioccolato). La mimosa classica è quella che è gialla come i fiori di mimosa.

 

10 marzo 2018

Commercialista Gastronomico

Le arance caramellate del commercialista gastronomico

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it