Il ravvedimento dell'acconto IVA 2017

L’art. 6, comma 2, della L. 29 dicembre 1990, n. 405 e successive modificazioni, ha disposto a carico dei contribuenti tenuti ad effettuare le liquidazioni e i versamenti periodici con cadenza mensile, l’obbligo di corrispondere, entro il giorno 27 del mese di dicembre di ogni anno “a titolo di acconto del versamento relativo al mese stesso”, un importo calcolato in percentuale sul versamento effettuato o che avrebbero dovuto effettuare per il mese di dicembre dell’anno precedente o, se inferiore, di quello da effettuare per lo stesso mese dell’anno in corso.

Il medesimo obbligo è previsto anche per i contribuenti che versano l’imposta con cadenza trimestrale, nel qual caso è necessario fare riferimento al versamento effettuato o che avrebbero dovuto effettuare con la dichiarazione annuale dell’anno precedente o, se inferiore, a quello da effettuare in sede di dichiarazione relativa all’anno in corso.

Ne deriva che, ai fini procedurali, i contribuenti Iva, per l’anno 2017, dovevano corrispondere entro il 27 dicembre scorso, l’acconto per un ammontare non inferiore a quello individuabile applicando il metodo:

–     del “dato storico”, che quantifica l’acconto dovuto in misura pari al versamento effettuato o da effettuare sulla base dell’ultima liquidazione periodica ovvero in sede di dichiarazione annuale relativa all’anno precedente;

–     del “dato previsionale”, che valorizza l’importo che si presume di dover versare in base all’ultima liquidazione periodica dell’anno in corso o in sede di dichiarazione annuale.

In alternativa ai due metodi (“storico” e “previsionale”), i contribuenti potevano calcolare l’acconto secondo il criterio del “dato effettivo”, versando un “importo determinato tenendo conto dell’imposta relativa alle operazioni annotate o che avrebbero dovuto essere annotate nei registri di cui agli artt. 23 e 24 del decreto del decreto Iva, per il periodo dal 1 al 20 dicembre (per i contribuenti che liquidano con cadenza mensile), o dal 1 ottobre al 20 dicembre (per i contribuenti che liquidano con cadenza trimestrale)…, nonché dell’imposta relativa alle operazioni effettuate nel periodo dal 1° novembre al 20 dicembre, ma non ancora annotate non essendo ancora decorsi i termini di emissione della fattura o di registrazione”, al netto “dell’imposta detraibile relativa agli acquisti e alle importazioni annotate nel registro di cui all’art. 25…, dal 1° al 20 dicembre, o dal 1 ottobre al 20 dicembre per i contribuenti trimestrali…” (art. 6, comma 3-bis della L. 405/1990, introdotto dall’art. 3 del D.L. 28 giugno 1995, n. 250).

Pertanto, in relazione a quanto puntualizzato, si deduce che entro lo scorso 27 dicembre 2017, i soggetti passivi o contribuenti Iva dovevano procedere a eseguire il versamento dell’acconto:

–     per il mese di dicembre (contribuenti mensili);

      o:

–     per il quarto trimestre (contribuenti trimestrali);

mediante versamento, che poteva costituire oggetto di compensazione, ma non di rateizzazione, utilizzando il modello F24 ed indicando:

  • il codice tributo:

–     6013, da parte dei soggetti mensili;

–     6035, da parte dei contribuenti trimestrali;

  • l’anno di riferimento: 2017;

tenendo presente che il medesimo non si rendeva dovuto se l’importo determinato risultava di entità inferiore a € 103,29.

SE HAI ALTRI DUBBI SULLA DICHIARAZIONE IVA 2018 CLICCA QUI

Infatti, l’art. 6 della L. 29 dicembre 1990, n. 405 ha stabilito, con decorrenza dal periodo d’imposta 1991, l’obbligo-onere, per i soggetti Iva sottoposti agli obblighi di liquidazione e versamento dell’imposta, di procedere al versamento di un acconto dell’ammontare di tributo dovuto in relazione all’ultima…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it