Detrazione IVA e rimanenze negli studi di settore per le contabilità semplificate - Diario quotidiano del 29 marzo 2018

1) Detrazione Iva: va bene la data di arrivo ma conta anche il DPR 100/1998
2) Studi di settore da compilare per le rimanenze di magazzino anche per i soggetti in regime semplificato
3) Evasore fiscale: senza prove non sequestrabili i beni della moglie
4) Il manager è libero di fare le proprie scelte anche se poi errate dal lato economico
5) Commercialisti & SAF: al termine del corso avverrà l’iscrizione nell’apposita sezione dell’Albo, in arrivo il cd. “bollino” di specializzazione
6) Commercialisti: oltre 100 giorni lavorativi all’anno per gli adempimenti fiscali di base
7) Semplificazione dell’uso di un documento di trasporto elettronico: novità
8) Immobilizzazioni immateriali: aspetti civilistici, contabili e fiscali
9) Modello Redditi: già disponibili tutti i dati statistici Irpef per il 2016
10) Benefici gasolio autosporto 1° trimestre 2018: disponibile software e nota
11) Chiarimenti sulle nuove modalità di accesso alle prestazioni ordinarie del Fondo di solidarietà
12) ReI: requisiti di accesso, durata, importo della nuova misura di contrasto alla povertà
****
1) Detrazione Iva: va bene la data di arrivo ma conta anche il DPR 100/1998
Continua a fare discutere la querelle della detrazione Iva, dopo l’avvento della circolare n. 1/2018 dell’Agenzia delle entrate, che, seppur abbia rassicurato i contribuenti sulla detrazione Iva legata anche alla data di ricezione della fattura, al contempo ha destato preoccupazioni per coloro che, correttamente, devono detrarre l’Iva sulle fatture d’acquisto ricevute entro il 16 del mese successivo al dato periodo mensile e che per questo, come di consuetudine, si tiene conto nella liquidazione mensile del periodo in questione. Per queste finalità vale sempre il contenuto del DPR 100/1998 che non è stato abolito, ne messo in discussione dalla stessa Agenzia delle entrate, nella nota circolare sopra citata.
E quanto, sostanzialmente, afferma l’ANC e Confimi industria nel comunicato congiunto emesso il 27 marzo 2018.
Viene, comunque, auspicato che “il Parlamento rimetta ordine alla materia”.
Il comunicato stampa viene accompagnato anche da un allegato composto di 9 pagine (in formato PDF).
Chi fosse interessato alla lettura integrale di tale, interessante, documento può scaricarlo direttamente dal sito internet di ANC (Associazione Nazionale Commercialisti).
 

La nuova detraibilità IVA: più dubbi che certezze


******
2) Studi di settore da compilare per le rimanenze di magazzino anche per i soggetti in regime semplificato
ISA sospesi e re-introduzione dell’obbligo di compilazione degli studi di settore anche per i soggetti in regime semplificato (alle prese con il nuovo regime di cassa).
Sono queste le prime, amare, considerazioni (oltre, che interessante disamina) fatte dal comitato tecnico di Assosoftware in un proprio documento stilato nei giorni scorsi.
Tutti pensavano di potere calcolare le rimanenze finali solo per i soggetti in contabilità ordinaria ed invece ecco rispuntare l’obbligo per chi è rimasto in contabilità semplificata. Sono rimasti anche i Parametri fiscali per chi è ancora soggetto.
Questo a seguito di quanto viene stabilito con l’art. 1, co. 931, L. n. 205 del 27 dicembre 2017 che ha previsto che gli indici sintetici di affidabilità fiscale (ISA), di cui all’art. 9-bis del Dl 50 del 24 aprile 2017, si applicano a decorrere dal periodo d’imposta in corso al 31 dicembre 2018.
E’, quindi, slittata di un anno l’entrata in vigore degli Isa, per cui nel periodo d’imposta 2017, che avrebbe dovuto vedere applicati sia gli ISA (per i codici attività per cui erano stati approvati) sia gli studi di settore (per i rimanenti codici attività), si dovranno compilare di nuovo sia gli studi di settore, in una versione che contiene talune novità di una certa rilevanza.
Superata questa fase, Assosoftware procede a fornire delle indicazioni sulle …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it