Diario quotidiano del 15 marzo 2018 - Voucher digitalizzazione - Dall’OCSE arrivano i modelli per contrastare l’attività di elusione dei consulenti tributari

-) Voucher digitalizzazione delle PMI: disponibile elenco soggetti ammessi

1) Dall’OCSE arrivano i modelli per contrastare l’attività di elusione

2) Imposte sul reddito: é in vigore la convenzione tra Italia e Panama per evitare le doppie imposizioni

3) Modello EAS: entro il 2 aprile 2018 la comunicazione delle modifiche di “sostanza”

4) Indennità di malattia: permanenza prolungata presso il Pronto Soccorso

5) Motivazioni delle S.U. penali della Cassazione sulla scadenza dei contributi

6) Certificazione Unica 2018: aggiornato il software di compilazione

7) Artigiani subito iscritto e poi cancellati: chiarimenti previdenziali

8) Versamenti Iva entro il 16 marzo 2018

9) Dogane: dilazione di pagamento cd. “conto di debito”

10) Cndcec: pubblicate le due note informative sul tirocinio del revisore legale e sulle indicazioni per la redazione dei Bilanci consuntivi

****

PER IMPARARE LA BALANCED SCORE CARD PARTECIPA AL NOSTRO EVENTO DEL 5/6 APRILE

****

-) Voucher digitalizzazione delle PMI

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha diffuso l’elenco dei soggetti ammessi al contributo==> http://www.sviluppoeconomico.gov.it/index.php/it/incentivi/impresa/voucher-digitalizzazione

***

1) Dall’OCSE arrivano i modelli per contrastare l’attività di elusione

Arrivano nuove regole di contrasto all’occultamento dei patrimoni all’estero, come viene riportato nel notiziario del 13 marzo 2018, pubblicato dall’Agenzia delle entrate, l’Ocse il 9 marzo scorso ha pubblicato le Mandatory disclosures rules con l’obiettivo di impedire la creazione e l’utilizzo di schemi giuridico-economici in grado di nascondere i beneficiari effettivi.

L’Ocse ha, dunque, pubblicato “Model mandatory disclosure rules for Crs avoidance arrangements and opaque offshore structures”, ovvero i modelli per l’invio obbligatorio alle autorità tributarie delle informazioni relative a schemi che potrebbero impedire di risalire all’identità dei titolari di entità o trust o eludere le informative previste dal Common Reporting Standard.

Tutto ciò rientra tra le attività finalizzate al contrasto dei fenomeni di evasione ed elusione fiscale, che, sottraendo risorse alle comunità nazionali, favoriscono la crescita delle disuguaglianze.

In particolare, viene affermato in “fiscoggi.it” del 13 marzo 2018, le “Mandatory Disclosures Rules” intendono impedire che dei consulenti legali ed intermediari finanziari (avvocati, commercialisti, consulenti fiscali, banche e altri fornitori di servizi, con particolare riferimento alla residenza del cliente a fini fiscali in uno stato estero) possano creare schemi giuridico-economici al fine di occultare i beneficiari di patrimoni detenuti all’estero, individuando conti finanziari fittizi e strutture offshore passive.

Il modello dell’OCSE contiene diverse definizioni come quella di Accordo di Evasione CRS (Common Reporting Standard), intendendosi per tale qualsiasi accordo progettato al fine di eludere o aggirare la legislazione CRS o sfruttarne l’assenza anche mediante l’utilizzo di conti o prodotti di investimento che abbiano solo il carattere fittizio dei conti finanziari o anche la definizione di Struttura offshore non trasparente, ovvero una persona giuridica passiva che non svolge alcuna attività economica sostanziale supportata da adeguato personale, attrezzature, beni e locali nella giurisdizione in cui è stabilito o è residente fiscale e che quindi nasconda il proprietario effettivo o ancora la definizione di Intermediario inteso come qualsiasi persona responsabile della progettazione o della commercializzazione di un accordo di elusione CRS o di una Struttura offshore non trasparente (come organizzazioni che occultano i proprietari effettivi di beni, società e trust offshore) e di…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it