Tariffa professionale: obbligo del preventivo scritto anche digitale - Libri contabili: in scadenza il versamento delle CCGG 2018 - Diario quotidiano del 27 febbraio 2018

1) Libri contabili: in scadenza il versamento delle CCGG 2018
2) Legge di bilancio 2018: al via le cessioni gratuite di medicine e prodotti ai fini di solidarietà sociale
3) Brevi di Fisco dalla Cassazione
4) Cabina di regia del Terzo Settore: decreto in Gazzetta Ufficiale
5) Tariffa professionale: obbligo del preventivo scritto anche digitale
6) Come opporsi alla sentenza di restituzione all’acquirente in sede di vendita forzata
7) Istituzione del Fondo APE sociale: nuovi limiti annuali di spesa
8) Accesso al beneficio di pensionamento anticipato per i lavoratori precoci: primi chiarimenti
9) DURC ambulanti: quando serve
10) Piani di risparmio a lungo termine (PIR): arrivati i chiarimenti fiscali

1) Libri contabili: in scadenza il versamento della TCG 2018

2) Legge di bilancio 2018: al via le cessioni gratuite di medicine e prodotti ai fini di solidarietà sociale

3) Brevi di Fisco dalla Cassazione

4) Cabina di regia del Terzo Settore: decreto in Gazzetta Ufficiale

5) Tariffa professionale: obbligo del preventivo scritto anche digitale

6) Come opporsi alla sentenza di restituzione all’acquirente in sede di vendita forzata

7) Istituzione del Fondo APE sociale: nuovi limiti annuali di spesa

8) Accesso al beneficio di pensionamento anticipato per i lavoratori precoci: primi chiarimenti

9) DURC ambulanti: quando serve

10) Piani di risparmio a lungo termine (PIR): arrivati i chiarimenti fiscali

****

1) Libri contabili: in scadenza il versamento della TCG 2018

Scadrà il 16 marzo 2018 il termine in cui società di capitali, società consortili, aziende speciali degli enti locali e consorzi costituiti tra gli stessi, nonché gli enti commerciali, dovranno versare la consueta tassa di concessione governativa sulla vidimazione dei libri sociali per l’anno 2018.

Tali soggetti devono, infatti, versare la tassa annuale sulle concessioni governative per la numerazione e bollatura di libri e registri contabili pari a:

–      309,87 euro per la generalità delle società, e se l’ammontare del capitale o del fondo di dotazione al 1° gennaio 2018 non supera l’importo di 516.456,90 euro;

–      516,46 euro, se il capitale sociale o il fondo di dotazione supera tale importo.

La data di riferimento per quantificare il capitale sociale o il fondo di dotazione è il 1° gennaio dell’anno per il quale il versamento viene eseguito. Per il 2018 la data è, quindi, quella del 1.1.2018.

Esclusioni

Sono escluse dal pagamento della tassa di concessione governativa:

– le società di persone;

– le società cooperative;

– le società di mutua assicurazione;

– gli enti non commerciali;

Queste società, come è noto, sono comunque soggette al pagamento dell’imposta di bollo in misura doppia (32 euro) da applicare sulle pagine del libro giornale e del libro degli inventari.

Libri e registri con vidimazione obbligatoria

La vidimazione iniziale è prevista solo per i libri sociali obbligatori di cui all’art. 2421 c.c., in particolare si tratta del:

– libro dei soci;

– libro delle obbligazioni;

– libro delle adunanze e delle deliberazioni delle assemblee;

– libro delle adunanze e delle deliberazioni del consiglio di amministrazione;

– libro delle adunanze e delle deliberazioni del collegio sindacale;

– libro delle adunanze e delle deliberazioni del comitato esecutivo;

– libro delle adunanze e delle deliberazioni delle assemblee degli obbligazionisti;

– ogni altro libro o registro per i quali l’obbligo della bollatura è previsto da norme speciali.

I libri contabili previsti dal codice civile, ovvero libro giornale e libro degli inventari non vanno vidimati ma numerati in maniera progressiva al momento dell’utilizzo, su di essi deve essere apposta, precedentemente all’utilizzo, una marca da bollo nella misura di 16,00 euro per ogni 100 pagine. Nel caso di archiviazione sostitutiva la marca da bollo da 16,00 euro si calcola per ogni 2.500 registrazioni o frazioni di esse.

Come è noto, per le S.r.l. non è più obbligatoria la tenuta del libro soci, che è stato sostituito dall’obbligo di pubblicità dei trasferimenti quote presso il Registro delle Imprese.

Infine, riguardo i registri Iva e registro beni ammortizzabili non devono essere vidimati, sono soggetti solo a numerazione e non all’apposizione di marca da bollo.

Versamento con modello F24

Il versamento deve essere effettuato con modello F24 utilizzando il codice tributo 7085 nella sezione “Erario” ed indicando, quale annualità, il 2018, anno per il quale si versa la tassa. In sede di costituzione della società tale tassa va versata con bollettino postale.

******

2) Legge di bilancio 2018: al via le cessioni…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it