Il credito d’imposta per la formazione dei dipendenti

di Massimo Pipino

Pubblicato il 12 gennaio 2018

dedichiamo un intervento al credito d'imposta per la formazione dei dipedenti all'interno del progetto Industria 4.0: l’incentivo riguarda tutte le imprese, indipendentemente da forma giuridica, settore economico e regime contabile e interviene direttamente sul costo del lavoro; casistiche in cui spetta l'agevolazione

Il credito d’imposta di cui in epigrafe è regolamentato dai commi da 46 a 56 dell’Articolo 1 della Legge di Bilancio 2018 ed è pari al 40% delle spese relative al solo costo aziendale del personale dipendente per il periodo in cui è occupato in attività di formazione.

Ciò significa che l’agevolazione si applica in relazione al costo aziendale del personale effettivamente impiegato nelle attività di formazione, non al costo della formazione. Quindi, indipendentemente dalla spesa che l’azienda sostiene per pagare chi fornisce la formazione. È una scelta importante del legislatore, perché interviene direttamente sul costo del lavoro consentendo alle imprese di valorizzare il personale che ha molti anni di anzianità aziendale (ttenzione: le spese di formazione sono incentivate solo se pattuite attraverso cont