L'Agenzia delle Entrate può correggere un avviso di liquidazione anche se non contestato e divenuto definitivo

Segnaliamo un’interessantissima sentenza della C.T.P. di Roma che analizza un caso di avviso di liquidazione sull’imposta di registro divenuto definitivo perchè non contestato.

Secondo i giudici romani a fronte dell’evidenza di un avviso di liquidazione errato (data la forte documentazione presentata dalle parti coinvolte), il fatto che sia divenuto definitivo non esime il Fisco di avvalersi del suo potere discrezionale per concedere l’annullamento, nonostante la mancata contestazione dei contribuenti abbia reso l’avviso di liquidazione definitivo. Si tratta di una decisione importante in quanto da’ valore al comportamento dei contribuenti e all’istanza di autotutela presentata anche a fronte della carenza di apertura del contenzioso.

Scarica il documento allegato
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it