Diario quotidiano del 28 novembre 2017 tra cui: le principali novità fiscali previste dalla Legge di Bilancio 2018

di Vincenzo D'Andò

Pubblicato il 28 novembre 2017

1) Split payment IVA: ennesimo aggiornamento degli elenchi
2) Legge di Bilancio 2018: ecco le principali novità fiscali
3) Lavoratore italiano trasferitosi in Svizzera: OK al rimborso Irpef sul TFR e sull’incentivo all’esodo
4) Società: obbligo di rimborso o meno sugli strumenti finanziari partecipativi
5) La notifica a mezzo posta privata del ricorso di primo grado è inesistente
6) MISE: con il “cassetto digitale”, i dati aziendali sullo smartphone
7) ASD: non basta l’iscrizione al CONI per potere fruire dei rilevanti benefici fiscali
8) Manovra 2018: 60 milioni in 3 anni per i caregiver familiari
9) CNDCEC: nuove sanzioni si applicano solo ai successivi provvedimenti disciplinari
10) CNDCEC: altri pronto ordini, libretto digitale tirocinio e funzione disciplinare territoriale
Indice: 1) Split payment IVA: ennesimo aggiornamento degli elenchi 2) Legge di Bilancio 2018: ecco le principali novità fiscali 3) Lavoratore italiano trasferitosi in Svizzera: OK al rimborso Irpef sul TFR e sull’incentivo all’esodo 4) Società: obbligo di rimborso o meno sugli strumenti finanziari partecipativi 5) La notifica a mezzo posta privata del ricorso di primo grado è inesistente 6) MISE: con il “cassetto digitale”, i dati aziendali sullo smartphone 7) ASD: non basta l’iscrizione al CONI per potere fruire dei rilevanti benefici fiscali 8) Manovra 2018: 60 milioni in 3 anni per i caregiver familiari 9) CNDCEC: nuove sanzioni si applicano solo ai successivi provvedimenti disciplinari 10) CNDCEC: altri pronto ordini, libretto digitale tirocinio e funzione disciplinare territoriale *** 1) Split payment IVA: ennesimo aggiornamento degli elenchi Split payment IVA: Il Ministero dell’Economia e Finanze ha aggiornato al 21 novembre 2017 tre dei quattro elenchi all’indirizzo http://www1.finanze.gov.it/finanze2/split_payment/public/. Si tratta, peraltro, del sito internet che dal 31 ottobre 2017 consente la ricerca delle società interessate inserendo il codice fiscale nell’apposito campo. Non cambia l’elenco delle società quotate inserite nell’indice FTSE MIB che rimane aggiornato al 31 ottobre 2017 Gli elenchi che sono stati aggiornati al 21 novembre 2017 sono quelli riguardanti: - le società controllate di diritto (art. 2359 comma 1 n. 1 c.c.), direttamente o indirettamente, dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dai Ministeri; - le società controllate di fatto (art. 2359 comma 1 n. 2 c.c.), direttamente o indirettamente, dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dai Ministeri; - le società controllate di diritto (art. 2359 comma 1 n. 1 c.c.), direttamente o indirettamente, dalle Regioni, Province, Città metropolitane, Comuni e Unioni di Comuni. Nota bene Questa volta la notizia non è apparsa sul sito istituzionale del MEF (Dipartimento finanze), ma è consultabile solo nell’indirizzo sopra descritto, come noto accessibile dal 31 ottobre 2017, area web che consente la ricerca del soggetto “pubblico” mediante l’inserimento del codice fiscale.   ******   2) Legge di Bilancio 2018: ecco le principali novità fiscali L’iter parlamentare di approvazione del DDL Bilancio per il 2018, la cui conclusione viene prevista entro la fine dell’anno, inserisce talune novità tra cui quelle di natura fiscale. Di particolare evidenza: - La proroga delle detrazioni previste per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio, di riqualificazione energetica e il bonus mobili ed elettrodomestici; - l’introduzione di nuovi bonus fiscali, come il “Bonus verde” e la detrazione IRPEF per gli abbonamenti di trasporto pubblico e le polizze contro rischi ed eventi calamitosi; - la conferma di alcune misure relative al pacchetto “competitività e sostegno alle imprese”: super-iperamortamento e rifinanziamento Sabatini ter; - la modifica del regime impositivo dei capital gains e dividendi, nonché la proroga delle rivalutazioni di terreni e partecipazioni. - disposizioni in materia di fatturazione elettronica tra soggetti privati. Riqualificazione Energetica e recupero edilizio Vengono confermati anche per il 2018 i bonus fiscali relativi agli interventi di riqualificazione energetica e recupero degli edifici. In particolare il disegno di legge prevede: - La proroga della detrazione, ai fini IRES/IRPEF, del 65% per le spese relative ad interventi di riqualificazione energetica degli edifici sostenute fino al 31.12.2018. La proroga non riguarda invece gli interventi effettuati su parti comuni di edifici condominiali, per i quali resta ferma la detrazione del 70%-75% per le spese sostenute fino al 2021; - la riduzione al 50% della detrazione, per le spese sostenute dal 2018 e fino al 31.12.2018, in relazione agli interventi di acquisto e posa in opera di finestre comprensive di infissi; acquisto e posa in opera di schermature solari; sostituzione impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione; acquisto e posa di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di generatori di calore a biomasse combustibile, fino a un massimo di detrazione pari a 30.000 euro. - la proroga della detrazione IRPEF al 50% per gli interventi di recupero edilizio realizzati ai sensi dell’art 16-bis TUIR, fino a un massimo di 96.000 euro. Bonus mobili ed elettrodomestici Viene estesa fino al 31.12.2018 la detrazione IRPEF del 50% prevista per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici che rientrano nella categoria A+ (A per i forni), finalizzato all’arredo dell’immobile oggetto di recupero edilizio. La detrazione sp