Torna il ravvedimento delle liquidazioni IVA periodiche? - Diario quotidiano del 31 ottobre 2017

1) Liquidazioni Iva periodiche: salvi i ravvedimenti operosi sui versamenti tardivi

2) Lettere di compliance: si potrà rispondere entro il 2 gennaio 2017

3) Comuni dell’isola di Ischia: decreto sospensione adempimenti in G.U.

4) Adempimento fiscale spontaneo: i Centri di assistenza multicanale (Cam) a disposizione dei contribuenti

5) Diritto societario: carenze del verbale assembleare e annullabilità della delibera

6) Gestione Agricoli Autonomi: avvisi bonari emissione anno 2016 nel cassetto previdenziale

7) Sacconi: approvare equo compenso

8) Godimento dei benefici contributivi: precisazioni di Ispettorato lavoro

9) Manovra 2018: stop all’aumento dell’Iva per il 2018, sconti per bus e metro

10) Sportello di Formia: possibili disservizi sulla linea di connettività il 31 ottobre

***

1) Liquidazioni Iva periodiche: salvi i ravvedimenti operosi sui versamenti tardivi

Verrà nuovamente consentito l’accesso al ravvedimento operoso sui tardivi/omessi versamenti Iva scaturenti, con effetto quasi immediato, dall’avvenuta presentazione delle liquidazioni periodiche Iva.

La notizia, riportata sul quotidiano Il Sole 24 del 28 ottobre 2017 è stata anticipata dal componente della commissione Finanze della Camera Michele Pelillo nel suo intervento al VI meeting nazionale dell’Aidc, l’Associazione italiana dottori commercialisti, che si è svolto il 27 ottobre 2017 a Lecce. Notizia, prosegue Il Sole 24 Ore, poi confermata dal viceministro all’Economia Luigi Casero: «Siamo intervenuti sullo spesometro e ora stiamo predisponendo un’azione per superare le anomalie di questa procedura».

Come si ricorderà, ai contribuenti che non avevano eseguito il pagamento (o lo avevano eseguito in misura inferiore a quanto dovuto), l’agenzia delle Entrate, nel mese di luglio ha inviato un avviso bonario, per invitare il contribuente a ravvedersi e beneficiare della riduzione delle sanzioni. A distanza di circa due mesi, in mancanza di ravvedimento, l’agenzia delle Entrate ha inviato ai contribuenti inadempienti una seconda lettera che indicava altre anomalie (art. 54 bis) ma in pratica impediva il ravvedimento.

Gli interventi normativi necessari entreranno nella legge di Bilancio 2018

******

2) Lettere di compliance: si potrà rispondere entro il 2 gennaio 2017

L’Agenzia delle entrate concede più tempo per rispondere alle lettere di compliance inviate dal Fisco da maggio a settembre 2017.

I contribuenti potranno correggere la propria posizione o fornire chiarimenti all’Agenzia entro il 2 gennaio 2018 (il termine del 31 dicembre, infatti, cade di domenica e il 1° gennaio è un festivo).

La notizia viene riporta su Il Sole 24 Ore del 28 ottobre 2017.

Il maggior tempo si aggiunge già a quello concesso nel mese di luglio (per le comunicazioni inviate fino ad allora) ove si consentiva la risposta del contribuente interessato entro il 2 ottobre. Adesso il termine si amplia ulteriormente e “copre” anche le lettere inviate più di recente. Lettere che possono essere state trasmesse sia tramite posta ordinaria che tramite Pec (posta elettronica certificata). E sono diverse le tipologie di redditi messe sotto osservazione: redditi da locazione anche con cedolare secca, redditi da lavoro dipendente inclusi gli assegni corrisposta dall’ex coniuge, redditi prodotti in forma associata, redditi da capitale, redditi da lavoro autonomo abituale e redditi d’impresa.

******

3) Comuni dell’isola di Ischia: decreto sospensione adempimenti in G.U.

Blocco sui versamenti e adempimenti per gli ischitani colpiti dal sisma a seguito di richiesta, da parte dei contribuenti interessati, con la dichiarazione di inagibilità, anche parziale, da inviare all’ufficio dell’Agenzia delle entrate.

Con un decreto del 20 ottobre 2017, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 252 del 27 ottobre 2017, il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha disposto la sospensione, fino al prossimo 18 dicembre, dei…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it