Tutte le news della Legge di bilancio 2018, fra cui ampio spazio allo split payment - Diario quotidiano del 17 ottobre 2017

1) Aumento Iva neutralizzato e split payment esteso a tutte le società controllate dalla P.A.

2) Prossima realizzazione del fabbricato: Iva sugli acquisti di beni subito detraibile

3) Deduzione integrale per auto aziendale: i requisiti necessari del mezzo chiariti dalla Cassazione

4) Notifica al domicilio fiscale italiano se il contribuente sia in un paese black list

5) Infortuni con prognosi di almeno un giorno, scattato obbligo comunicazione

6) Istat: coefficiente TFR di settembre a 1,72

7) Revisori legali: ora vanno bene anche le materie relative alla formazione dei revisori degli enti locali

8) Consulenti del lavoro: il 30 novembre in piazza per l’equo compenso

9) Enti del Terzo Settore: novità civilistiche e contabili, focus dalla Fondazione GDG

10) Manovra, ok dal governo, no a nuove tasse e autorizzata golden power

***

1) Aumento Iva neutralizzato e split payment esteso a tutte le società controllate dalla P.A. (Legge di Bilancio 2018)

Come è noto (si veda ne il Diario quotidiano del 16 ottobre 2017), il Consiglio dei Ministri si è riunito il 13 ottobre 2017 ed in tarda serata è stato rilasciato il comunicato stampa n. 50.

Di seguito riportiamo le parti più attinenti la materia fiscale:

Neutralizzazione aumento Iva

Si reperiscono ulteriore risorse per evitare l’aumento delle aliquote Iva previsto nel 2018, che sarà completamente neutralizzato con le misure che saranno adottate con la legge di bilancio.

Estensione della definizione agevolata dei carichi fiscali e contributivi

La misura, conosciuta come “rottamazione delle cartelle”, amplia la possibilità per i contribuenti che non hanno completato gli adempimenti della definizione agevolata introdotta con il D.L. 193/2016, di mettersi in regola e accedere alle agevolazioni previste per il pagamento del debito tributario o contributivo affidato all’agente della riscossione (si versano le cifre del tributo e gli interessi legali senza sanzioni ed interessi di mora).

In particolare:

– viene consentito al debitore di effettuare entro il 30 novembre 2017 il pagamento delle rate della definizione agevolata dei carichi scadute a luglio e a settembre 2017. In questo modo i contribuenti che per errori, disguidi o mancanza di liquidità non avevano potuto effettuare i versamenti vengono riammessi alla “rottamazione” senza ulteriore addebito;

– viene data la possibilità di accedere alla definizione agevolata dei carichi ai debitori che in precedenza si erano visti respingere le istanze perché non in regola con il pagamento delle rate, in scadenza al 31/12/2016, dei piani di dilazione in essere al 24 ottobre 2016. Tale facoltà può essere esercitata presentando istanza all’agente della riscossione entro il 31 dicembre 2017. I contribuenti interessati dovranno versare entro il 31 maggio 2018 le rate non corrisposte dei piani di dilazione. In caso di mancato versamento l’istanza è improcedibile;

– si amplia il raggio d’azione della definizione agevolata che potrà essere applicata anche ai carichi affidati all’agente della riscossione dal primo gennaio al 30 settembre 2017 (la precedente ‘rottamazione’ comprendeva i carichi fino al 31 dicembre 2016). Il contribuente dovrà presentare domanda entro il 15 maggio 2018 e il pagamento delle somme dovute dovrà essere effettuato in un numero massimo di cinque rate di pari importo nei mesi di luglio, settembre, ottobre e novembre 2018 e febbraio 2019.

Estensione dello split payment a tutte le società controllate dalla P.A.

Il meccanismo della scissione dei pagamenti dell’Iva sull’acquisto di beni e servizi, strumento efficace per contrastare l’evasione fiscale e attualmente previsto per tutte le amministrazioni dello Stato, gli enti territoriali, le università, le aziende sanitarie e le società controllate dallo Stato, viene ulteriormente esteso. Vi rientrano gli enti pubblici economici nazionali, regionali e locali, le fondazioni partecipate…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it