Spesometro sperimentale: sanzioni soft? - Diario quotidiano del 22 settembre 2017

1) Estromissione agevolata di immobili societari: guida alla scadenza e possibile proroga

2) Obbligo di contraddittorio per i soli tributi “armonizzati”

3) La tassa sugli autoveicoli in locazione finanziaria ricade sia sul proprietario sia sull’utilizzatore

4) Accertamento basato sugli studi di settore illegittimo se non supportato da prove

5) Studi di settore non consoni per più anni: l’accertamento può essere emesso solo in caso di grave scostamento dagli standard settoriali

6) Spesometro solo sperimentale: sanzioni soft

7) Cessione d’azienda: è contestabile dal Fisco anche con la valutazione delle singole vendite di beni tra loro collegati

8) Anche dopo la riforma del terzo settore alle ASD potrebbe convenire non fare parte degli ETS

9) Mancanza di professionalità: condannato commercialista

10) Dalla Corte di giustizia Ue arriva il via libera al rimborso dell’Iva per l’importazione dei beni; altre decisioni dalla Corte Ue di ieri

****
1) Estromissione agevolata di immobili societari: guida alla scadenza e possibile proroga
Si avvicina la scadenza del 30 settembre 2017 prevista per agevolare l’assegnazione dei beni della società ed altri operazioni di natura straordinaria.
Tuttavia, il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan, rispondendo al question time alla Camera del 20 settembre 2017, ha detto che “i tecnici del ministero dell’Economia sono al lavoro per misurare la platea dei soggetti ancora interessati per capirne gli effetti sulla finanza pubblica. La nuova proroga, insomma, potrebbe arrivare con la manovra, forse nel decreto fiscale che dovrebbe accompagnare la legge di bilancio, quindi senza riuscire ad anticipare il termine del 30 settembre”.
Estromissione, assegnazione, cessione e trasformazione
Come è noto, la legge di stabilità per il 2017 (art. 1, co. 565, L. 232/2016) ha riaperto i termini fino a fine mese (30.09.2017) per consentire la possibilità di estromettere gli immobili dell’imprenditore individuale dalla sfera imprenditoriale, di assegnare o cedere immobili ai soci o trasformare le società commerciali in società semplici.
La disciplina potrebbe rappresentare un rimedio per uscire dal regime delle società di comodo.
Possibili soluzioni
Entro il 30 settembre 2017 viene consentita:
– l’assegnazione agevolata dei beni della società;
– la cessione agevolata ai soci;
– la trasformazione in società semplici delle società che hanno per oggetto esclusivo o principale la gestione dei beni immobili.
In particolare, i beni che possono formare oggetto di assegnazione e cessione agevolata ai soci sono:
– i beni immobili diversi da quelli strumentali per destinazione, vale a dire diversi da quelli utilizzati esclusivamente per l’esercizio dell’attività d’impresa; è quindi agevolabile la fuoriuscita dei fabbricati abitativi, dei fabbricati strumentali (solo se tenuti a disposizione e non utilizzati) e i beni merce (acquistati o costruiti al fine della rivendita);
– i beni mobili iscritti in pubblici registri, non utilizzati come beni strumentali nell’attività propria dell’impresa.
Beni immobili e mobili interessati
I beni agevolati che possono beneficiare della nuova estromissione dal regime di impresa sono tutti gli immobili: terreni o fabbricati, diversi da quelli strumentali per destinazione, oltre che i beni mobili iscritti in pubblici registri, non utilizzati come beni strumentali, nell’attività propria dell’impresa (come gli autocarri o le autovetture per le società che effettuano noleggi).
Tra gli immobili rientrano quindi:
– quelli strumentali per natura (cat. A/10, tutta la cat. B-C-D ed E) non direttamente utilizzati dall’impresa;
– gli immobili merce (delle imprese di costruzione);
– gli immobili classificati in bilancio come patrimonio, come gli immobili abitativi.
Sono esclusi gli immobili utilizzati direttamente ed esclusivamente dalla società nell’esercizio della propria impresa (a …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it