Diario quotidiano del 25 settembre 2017: i Commercialisti chiedono il rinvio dello spesometro sperimentale mentre arrivano nuove FAQ

Pubblicato il 25 settembre 2017

1) Concessione di contributi a fondo perduto a favore delle PMI: decreto in G.U.
2) Verifiche periodiche delle attrezzature di lavoro: elenco dei soggetti abilitati
3) I produttori di imballaggi possono sospendere il versamento del contributo ambientale
4) Commercialisti: Spesometro sperimentale da rinviare e stop sanzioni nei casi non dolosi
5) Bonus fiscali per gli interventi sulle parti comuni condominiali: tutto pronto per l’invio della documentazione
6) Ristrutturazioni edilizie: pronta la nuova guida sulle agevolazioni fiscali
7) Provvedimento Entrate introduce i primi 70 Indici sintetici di affidabilità (Isa), sostituiscono gli studi di settore
8) Comunicazioni dati fatture (cd. spesometro): ecco le nuove FAQ dalle Entrate
9) Nella SAS la sanzione per l’infedele dichiarazione riguarda tutti i soci
10) L’intestazione fittizia di quote societarie porta al reato di autoriciclaggio
Commercialista Telematico | Software fiscali, ebook di approfondimento, formulari e videoconferenze accreditate1) Concessione di contributi a fondo perduto a favore delle PMI: decreto in G.U. 2) Verifiche periodiche delle attrezzature di lavoro: elenco dei soggetti abilitati 3) I produttori di imballaggi possono sospendere il versamento del contributo ambientale 4) Commercialisti: Spesometro sperimentale da rinviare e stop sanzioni nei casi non dolosi 5) Bonus fiscali per gli interventi sulle parti comuni condominiali: tutto pronto per l’invio della documentazione 6) Ristrutturazioni edilizie: pronta la nuova guida sulle agevolazioni fiscali 7) Provvedimento Entrate introduce i primi 70 Indici sintetici di affidabilità (Isa), sostituiscono gli studi di settore 8) Comunicazioni dati fatture (cd. spesometro): ecco le nuove FAQ dalle Entrate 9) Nella Sas la sanzione per l’infedele dichiarazione riguarda tutti i soci 10) L’intestazione fittizia di quote societarie porta al reato di autoriciclaggio ****

1) Concessione di contributi a fondo perduto a favore delle PMI: decreto in G.U.

E’ stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 218 del 18 settembre 2017, (si veda nel Diario quotidiano fiscale del 20 settembre 2017) il Decreto Ministero dello Sviluppo Economico 17 luglio 2017 con la concessione di contributi a fondo perduto, in forma di voucher, a favore delle PMI.

Le risorse finanziarie all’attuazione dell’intervento ammontano a euro 20.000.000,00.

Il decreto disciplina la concessione di contributi a fondo perduto in forma di voucher per l’acquisizione, a seguito della sottoscrizione di un apposito contratto di servizio, di prestazioni consulenziali, erogate esclusivamente dalle società di temporary export management attraverso la messa a disposizione di uno o più TEM e finalizzate a sostenere i processi di internazionalizzazione dei soggetti beneficiari, attraverso attività di analisi e ricerche di mercato, di individuazione e acquisizione di nuovi clienti, di assistenza legale, organizzativa, contrattuale e fiscale e di trasferimento di competenze specialistiche in materia di internazionalizzazione d’impresa.

Possono beneficiare delle agevolazioni le PMI che, alla data di presentazione della domanda, sono in possesso dei seguenti requisiti:

a) essere in stato di attività e risultare iscritte al registro delle imprese;

b) non essere in stato di scioglimento o liquidazione volontaria e non essere sottoposte a procedure concorsuali, quali fallimento, liquidazione coatta amministrativa, concordato preventivo, amministrazione controllata o straordinaria;

c) risultare in regola con il versamento dei contributi previdenziali;

d) avere conseguito un importo dei ricavi delle vendite e delle prestazioni pari almeno a euro 500.000, con riferimento all’ultimo esercizio contabile chiuso; il possesso di tale requisito non è richiesto per le start-up innovative;

e) non aver beneficiato di un importo complessivo di aiuti «de minimis» che, unitamente all’importo delle agevolazioni concesse a valere sul presente decreto, determini il superamento del massimale di cui all’art. 3, paragrafo 2 del Regolamento de minimis;

f) non rientrare tra le imprese attive nei settori esclusi all’art. 1 del Regolamento de minimis;

g) non aver ricevuto, per le spese oggetto delle agevolazioni concesse a valere sul presente decreto, altri contributi pubblici che si configurino come aiuti di Stato notificati ai sensi dell’art. 108 del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea o comunicati ai sensi dei regolamenti della Commissione che dichiarano alcune categorie di aiuti compatibili con il mercato interno, concessi per le medesime spese, inclusi quelli attribuiti sulla base del Regolamento de minimis;

h) non essere destinatarie di sanzioni interdittive ai sensi dell’art. 9, comma 2, del decreto legislativo 8 giugno 2001, n. 231.

Possono inoltre beneficiare delle agevolazioni le PMI riunite attraverso la sottoscrizione di un contratto di rete; in tal caso il possesso del requisito previsto alla lettera d), può essere accertato con riferimento alla somma dei ricavi delle vendite e delle prestazioni delle suddette PMI.

(Decreto Ministero dello Sviluppo Economico 17 luglio 2017, in G.U. n. 218 del 18 settembre 2017)

******

2) Verifiche periodiche delle attrezzature di lavoro: elenco dei soggetti abilitati

Cin il Decreto Interdirettoriale (Lavoro – Sviluppo Economico – Salute) n. 78 del 20 settembre 2017, è stato adottato il Quattordicesimo elenco, di cui al punto 3.7 dell’Allegato III del Decreto interministeriale 11 aprile 2011, dei soggetti abilitati per l’effettuazione delle verifiche periodiche delle attrezzature di lavoro, ai sensi dell’articolo 71, comma 11, del Decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 e successive modificazioni.

Il Decreto è composto dai seguenti cinque articoli:

art. 1 (Rinnovo delle iscrizioni nell’elenco dei soggetti abilitati) è rinnovata l’iscrizione per i soggetti che hanno tempestivamente e regolarmente trasmesso la documentazione richiesta e per i quali la Commissione di cui al D.I. 11.04.2011 ha potuto tempestivamente concludere la propria istruttoria;

art. 2 (Variazione delle abilitazioni) sono apportate le variazioni alle iscrizioni già in possesso, sulla base delle richieste pervenute nei mesi precedenti;

art. 3 (Proroga delle iscrizioni nell’elenco dei soggetti abilitati) è disposta un’ulteriore proroga di 60 giorni per i soggetti in scadenza al 18 settembre 2017, la cui istruttoria è tuttora in corso e in vista della prossima riunione della Commissione già fissata per il 25 e 26 settembre 2017;

art. 4 (Elenco dei soggetti abilitati) è specificato che con il Decreto si adotta l’elenco aggiornato, in sostituzione di quello adottato con il Decreto del 9 settembre 2016;

art. 5 (Obblighi dei soggetti abilitati) sono riportati, come di consueto, gli obblighi cui sono tenuti i soggetti abilitati.

L’elenco adottato in allegato al Decreto – “Elenco dei soggetti abilitati all’effettuazione delle verifiche periodiche delle attrezzature di lavoro, di cui all’Allegato VII del Decreto legislativo n. 81/2008” – sostituisce integralmente il precedente elenco adottato con il decreto del 9 settembre 2016.

(Decreto ministeriale n. 78 del 20 settembre 2017)

******

3) I produttori di imballaggi possono sospendere il versamento del contributo ambientale

Dalla Legge annuale per il mercato e la concorrenza arrivano anche le novità in materia di imballaggi, RAEE, raccolta e trasport