La corretta compilazione della scheda carburante

Dato normativo
La scheda carburante è il documento che consente a chi acquista carburante di poter esercitare il diritto alla detrazione della relativa IVA, qualora sia oggettivamente detraibile, oppure la deduzione del costo ai fini della determinazione delle imposte sul reddito e dell’IRAP.
La scheda carburante è un documento sostitutivo della fattura ed equipollente della stessa. Pertanto, coloro che nell’esercizio di impresa, arte o professione, acquistano carburanti per autotrazione presso gli impianti stradali di distribuzione, hanno l’onere di utilizzare la scheda carburante, conforme al modello allegato al D.P.R. n. 444/1997. Il d.p.r. n. 444 del 1997, art. 1 (“Regolamento recante norme per la semplificazione delle annotazioni da apporre sulla documentazione relativa agli acquisti di carburante per autotrazione”) prevede che gli acquisti di carburante per autotrazione, effettuati presso gli impianti stradali di distribuzione da parte di soggetti IVA, siano annotati, nei termini e con le modalità stabiliti nello stesso decreto, in una apposita scheda (la scheda carburante), sostitutiva della fattura di cui al d.p.r. n. 633 del 1972, art. 22, comma 3, che gli imprenditori e i professionisti devono richiedere per gli acquisti effettuati da commercianti al minuto.
La scheda carburante è espressamente disciplinata dal D.P.R. 10.11.1997 n. 444, adottato in attuazione dell’art. 3 c. 137, lett. d, della legge n. 662/1996, con il quale sono state dettate le norme regolamentari per la semplificazione delle annotazioni da apporre sulla documentazione relativa agli acquisiti di carburate per autotrazione di cui all’art. 2 della legge 21.02.1977 n. 31, nonché dal D.M. Finanze 07,06,1977 n. 6287 recante “Modalità per l’attuazione delle disposizioni di cui all’art. 2 della legge 21 febbraio 1977, n. 31, concernente conversione in legge, con modificazioni, del D.L. 23 dicembre 1976, n. 852”.
Giurisprudenza sulla corretta compilazione della scheda carburante
Con riferimento alle modalità di documentazione degli acquisti di carburante per autotrazione, il Regolamento approvato con il d.P.R. n. 444 del 1997 prescrive l’istituzione di apposite schede carburante conformi al modello allegato al Regolamento (art. 1), le quali devono contenere tutti i dati indicati nell’art. 2, devono recare la firma di convalida dell’addetto al distributore1 apposta all’atto di ogni rifornimento (art. 3), devono contenere l’annotazione del numero dei chilometri percorsi dal veicolo alla fine del mese o del trimestre (art. 4). L’adempimento di tali prescrizioni costituisce condizione imprescindibile sia per la deducibilità del costo ai fini della determinazione del reddito di impresa o di lavoro autonomo, sia ai fini della detraibilità dell’Iva2 assolta sugli acquisti di carburante; gli adempimenti prescritti non ammettono equipollenti e non possono essere sostituito dalla mera contabilizzazione3 delle operazioni nelle scritture contabili dell’impresa. (Corte di Cassazione sentenza n. 16809 del 7 luglio 2017 )4.
La scheda carburante va compilata in modo analitico e preciso5. Se manca l’indicazione della targa6 identificativa del veicolo e della firma del gestore dell’impianto il contribuente perde il beneficio, esso perde il diritto a detrarre l’Iva sulla benzina se la scheda carburante che ha compilato non è completa di tutte le informazioni richieste dalla legge. In particolare, il contribuente deve indicare:
– il numero di targa identificativo del veicolo
– la firma del gestore dell’impianto di distribuzione (Cass. 18-12-2013 n. 28243 sez. T).
Ai fini della deducibilità dei costi per l’acquisto di carburante, la scheda carburante deve essere compilata indicando tutti i dati previsti dal D.P.R. n. 444/1997, compresi i chilometri percorsi7 e quelli indicati dall’apposito contachilometri del veicolo; diversamente, i costi non sono deducibili dal reddito d’impresa. Sussiste la natura essenziale di tutti gli elementi richiesti dalla …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it