Diario quotidiano del 21 luglio 2017: il caso degli studi di settore evoluti retroattivi

Pubblicato il 21 luglio 2017

1) Gestione Artigiani e Commercianti - Avvisi Bonari rata con scadenza Maggio 2017
2) Dal 19 luglio 2017 è disponibile il nuovo servizio di consultazione online delle banche dati catastali
3) Osservatorio sui bilanci delle SRL - Settore commercio
4) Due nuovi studi del Notariato: assegnazioni agevolate ed alienazione dei beni pubblici dello Stato
5) Ok al redditometro in presenza di polizze assicurative
6) Gli studi di settore “evoluti” sono retroattivi se a favore del contribuente: compensi elevati agli amministratori “salvi”
7) Impresa sociale: disciplina “revisionata”
8) Chiarimenti sulla presentazione del modello 770/2017 da parte delle Amministrazioni dello Stato
9) Recupero benefici “normativi e contributivi”: INL riassume obblighi
10) Ricongiunzione nel Fondo Pensioni
11) Titolari di reddito di impresa: spostato al 20 luglio 2017 il termine di versamento delle imposte
12) Commercialisti: da Casero rassicurazioni su rinvio scadenze
diario-quotidiano-articoli-81) Gestione Artigiani e Commercianti - Avvisi Bonari rata con scadenza Maggio 2017 2) Dal 19 luglio 2017 è disponibile il nuovo servizio di consultazione online delle banche dati catastali 3) Osservatorio sui bilanci delle SRL - Settore commercio 4) Due nuovi studi del Notariato: assegnazioni agevolate ed alienazione dei beni pubblici dello Stato 5) Ok al redditometro in presenza di polizze assicurative 6) Gli studi di settore evoluti sono retroattivi se a favore del contribuente: compensi elevati agli amministratori “salvi” 7) Impresa sociale: disciplina “revisionata” 8) Chiarimenti sulla presentazione del modello 770/2017 da parte delle Amministrazioni dello Stato 9) Recupero benefici “normativi e contributivi”: INL riassume obblighi 10) Ricongiunzione nel Fondo Pensioni: dichiarazione di incostituzionalità della norma limitata 11) Titolari di reddito di impresa: spostato al 20 luglio 2017 il termine di versamento delle imposte 12) Commercialisti: da Casero rassicurazioni su rinvio scadenze ****

1) Gestione Artigiani e Commercianti - Avvisi Bonari rata con scadenza Maggio 2017

Facendo seguito alla circolare n. 98 del 14 giugno 2013, l’INPS comunica l’inizio delle elaborazioni per l’emissione degli avvisi bonari relativi alla rata in scadenza a maggio 2017 per i lavoratori autonomi iscritti alle gestioni degli artigiani e commercianti.

Gli avvisi bonari saranno a disposizione del contribuente all’interno del Cassetto previdenziale Artigiani e Commercianti (di cui al messaggio n. 5769 del 02/04/2012) al seguente indirizzo: Cassetto Previdenziale per Artigiani e Commercianti – Posizione Assicurativa – Avvisi Bonari.

Come di consueto sarà predisposta anche la relativa comunicazione e, contestualmente, sarà inviata una email di alert ai titolari della posizione contributiva, e ai loro intermediari, che abbiano fornito tramite il Cassetto il loro indirizzo di posta elettronica.

Qualora l’iscritto avesse già effettuato il pagamento, potrà comunicarlo utilizzando l’apposito servizio presente al seguente indirizzo: Cassetto Previdenziale per Artigiani e Commercianti – Sezione Comunicazione bidirezionale – Comunicazioni – Invio quietanza di versamento.

In caso di mancato pagamento l’importo dovuto verrà richiesto tramite avviso di addebito con valore di titolo esecutivo.

(INPS, messaggio n. 3005 del 19 luglio 2017)

******

2) Dal 19 luglio 2017 è disponibile il nuovo servizio di consultazione online delle banche dati catastali

Lo ha reso noto l’Agenzia delle entrate con una nota apparsa sul proprio sito internet istituzionale il 19 luglio 2017.

Visura catastale telematica

Il servizio “Visura catastale telematica” consente la consultazione degli atti e dei documenti catastali informatizzati e permette di acquisire:

i dati identificativi e reddituali dei beni immobili (terreni e fabbricati)

i dati anagrafici delle persone, fisiche o giuridiche, intestatarie dei beni immobili

i dati grafici dei terreni (mappa catastale).

Le visure saranno fornite su file in formato pdf.

Per utilizzare “Visura catastale telematica” è necessario registrarsi ai servizi finanziari online di Poste Italiane S.p.A., che consentono di effettuare il pagamento telematico del servizio.

E’ possibile richiedere:

visure attuali per soggetto, ossia limitata agli immobili su cui il soggetto cercato risulti all’attualità titolare di diritti reali (non è al momento previsto il rilascio della visura per soggetto storica)

visure, attuali o storiche, di un immobile (censito al catasto dei Terreni o al Catasto dei Fabbricati), impostando la ricerca attraverso gli identificativi catastali

visure della mappa, di una particella censita al Catasto dei Terreni, impostando la ricerca attraverso gli identificativi catastali.

La ricerca è estesa a tutto il territorio nazionale, a esclusione delle province autonome di Trento e Bolzano.

Le informazioni catastali, ad eccezione della consultazione delle planimetrie riservata esclusivamente agli aventi diritto sull'immobile o ai loro delegati, sono pubbliche e dunque l'accesso è consentito a tutti, pagando i relativi tributi speciali catastali e nel rispetto della normativa vigente.

Per ogni visura erogata dal servizio “Visura catastale telematica” l’importo dovuto a titolo di tributo speciale catastale è calcolato applicando la tariffa vigente diminuita del 10%, perché riferita a visure erogate per via telematica, e aumentata del 50%, trattandosi di visure fornite non su base convenzionale. In particolare, nel caso di:

visura per soggetto, l’importo è di 1,35 euro per ogni 10 unità immobiliari, o frazione di 10

visura, attuale o storica, per immobile, l’importo è di 1,35 euro

visura della mappa, l’importo è di 1,35 euro.

Oltre ai tributi catastali saranno addebitate anche le commissioni applicate da Poste Italiane, calcolate in base allo strumento di pagamento che si vorrà utilizzare (carta di credito, carta Postepay o Postepay Impresa, conto BancoPosta Online o BancoPostaImpresa Online).

*******

3) Osservatorio sui bilanci delle SRL - Settore commercio

E’ stato pubblicato il 19 luglio 2017 dalla Fondazione nazionale commercialisti nella sezione Documenti.

L'Osservatorio sui Bilanci delle Società a responsabilità limitata nasce dall'esigenza conclamata da parte di molti colleghi di disporre di dati per un'analisi comparativa dei bilanci nei differenti settori merceologici. In tal senso, l'Osservatorio vuole essere uno strumento di ausilio per il Commercialista impegnato nella redazione dei bilanci delle Srl clienti e nell'analisi dei risultati da esse conseguiti in un'ottica di costruttiva comparazione.

Inoltre, l'Osservatorio si propone quale strumento di analisi e di benchmarking per policy maker, professionisti, esperti e operatori del settore.

La forma giuridica della società a responsabilità limitata rappresenta ad oggi il principale veicolo societario utilizzato dalle imprese italiane. Ad esse è dovuta la straordinaria crescita delle società di capitale in Italia negli ultimi venti anni. Nel 1996, secondo i dati Movimprese, le società di capitale attive is