Tutte le novità dalla conversione della manovra correttiva: split payment, DURC, detrazione IVA voucher... - Diario quotidiano del 5 giugno 2017

1) Le novità dalla manovra D.L. 50/2017 approvata, ecco i cambiamenti allo split payment

2) Disposizioni in materia di rilascio del certificato di regolarità fiscale e di erogazione dei rimborsi

3) Modifiche all’esercizio del diritto alla detrazione dell’IVA

4) Disposizioni in materia di contrasto delle indebite compensazioni

5) Disciplina delle prestazioni occasionali: Libretto di famiglia e Contratto di prestazione occasionale

6) Disposizioni in materia di contributi previdenziali dei lavoratori transfrontalieri

7) Rideterminate le aliquote dell’Ace

8) Disposizioni in materia di pignoramenti immobiliari

9) Indici sintetici di affidabilità fiscale per favorire l’emersione spontanea

10) Altre di fisco e previdenza

***
1) Le novità dalla manovra D.L. 50/2017, ecco i cambiamenti allo split payment
Approvata la manovra correttiva di bilancio: Nella seduta del 1° giugno 2017, la Camera, dopo aver esaminato gli ordini del giorno, ha approvato il disegno di legge: Conversione in legge del decreto-legge 24 aprile 2017, n. 50, recante disposizioni urgenti in materia finanziaria, iniziative a favore degli enti territoriali, ulteriori interventi per le zone colpite da eventi sismici e misure per lo sviluppo (C. 4444-A). Il provvedimento è ora passato all’esame dell’altro ramo del Parlamento.
Voto sulla fiducia
La Camera dei deputati, il 31 maggio 2017, con 315 voti favorevoli e 142 contrari aveva votato la questione di fiducia posta dal Governo sull’approvazione, senza emendamenti ed articoli aggiuntivi, dell’articolo unico del disegno di legge: Conversione in legge del D.L. 24 aprile 2017, n. 50, recante disposizioni urgenti in materia finanziaria, iniziative a favore degli enti territoriali, ulteriori interventi per le zone colpite da eventi sismici e misure per lo sviluppo, meglio nota come la manovra d’aprile.
Ebbene, il Servizio studi parlamentare della Camera ha reso disponibile il proprio dossier del 30 maggio 2017, sulle novità (emendamenti approvati dalla V Commissione Bilancio) introdotte nella manovra.
Ne vediamo di seguito alcune (nei restanti articoli che compongono il Diario odierno, vengono illustrate le altre più importanti, peraltro focalizzate nel citato dossier della Camera dei deputati):
Split payment
Viene inserito il capoverso 1-quater al comma 1, lettera b), ai sensi del quale, a richiesta dei cedenti o dei prestatori, i cessionari o i committenti devono rilasciare un documento che attesti la loro riconducibilità ai soggetti cui si applicano le norme sullo split payment. Si chiarisce che i cedenti e prestatori in possesso di tale attestazione devono applicare tale modalità di versamento dell’IVA (per tutta conseguenza, se i cedenti/prestatori non ricevessero tale attestazione e allora non sarebbero sottoposti alla particolare disciplina).
Viene inserito il capoverso 1-quinquies al comma 1, lettera b), che esclude dall’applicazione delle norme sullo split payment gli enti pubblici gestori di demanio collettivo, limitatamente alle cessioni di beni ed alle prestazioni di servizi afferenti alla gestione dei diritti collettivi di uso civico.
Per bilanciare la perdita di gettito dovuta al mancato incasso dell’Iva, vengono poi inseriti i commi 4-bis e 4-ter, i quali dispongono, a partire dal 1° gennaio 2018, una accelerazione dei rimborsi da conto fiscale per i soggetti passivi d’imposta a cui si applica lo split payment. Per tali soggetti, i rimborsi sono pagati direttamente dalla struttura di gestione (Equitalia), sui fondi di bilancio resi disponibili dall’Agenzia delle entrate (sulla contabilità speciale n. 1778), eliminando così i tempi per l’accredito di specifici fondi da parte dell’Amministrazione finanziaria. Si demanda a un decreto del MEF l’attuazione di tali disposizioni.
Infine, si modifica il comma 3, per chiarire che le modalità di attuazione delle norme così introdotte sono affidate a uno specifico decreto, diverso …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it