Manovra correttiva, fra critiche nuovi adempimenti ed effetti sul deficit - Diario quotidiano del 5 maggio 2017

1) E’ tempo di redigere i bilanci: ecco le ultime novità

2) Non basta l’iscrizione all’AIRE per escludere la residenza fiscale in Italia

3) Cartelle rottamate: le spese processuali le paga il ricorrente per soccombenza virtuale

4) Locazioni brevi e turistiche: dal 1° giugno 2017 entra in vigore la nuova cedolare secca

5) Omessa presentazione della dichiarazione dei redditi: l’eventuale reato deve essere attentamente valutato dal PM

6) Consulenti del lavoro contrari alle neo misure fiscali: la Presidente Marina Calderone manifesterà le questioni critiche nel corso dei lavori parlamentari

7) Split payment dei professionisti alla Pubblica Amministrazione: le novità si applicano alle operazioni per le quali è stata emessa fattura a partire dal 1° maggio 2017

8) Comunicazioni Liquidazioni Periodiche IVA: disponibile il Software di compilazione gratuito

9) Audizione parlamentare di Orlandi sulla manovrina

10) Firmato l’accertamento con adesione: Google pagherà al Fisco italiano oltre 306 milioni di euro

11) CNDCEC: Proroga di 10-15 giorni per la comunicazioni Iva periodica non basta, intervento di Miani, i commercialisti non possono fare l’invio telematico

12) Manovra, Padoan: Correzione contenuta ma strutturale

*****
1) E’ tempo di redigere i bilanci: ecco le ultime novità (si veda anche l’apposita sezione–> )

E’ tempo di redigere i bilanci, ma le novità fiscali impattano sempre più in tale ambito civilistico/contabile.
Difatti, la redazione del bilancio 2016 si presenta più impegnativa rispetto al passato, per effetto dell’entrata in vigore delle nuove norme del D.Lgs. 139/2015, della connessa rivisitazione dei principi contabili OIC e per le ricadute di natura fiscale che si sono determinate.
Per i bilanci 2016, le società potrebbero eventualmente prorogare il termine dell’assemblea a 180 giorni, tenuto conto delle conseguenze applicative legate alle nuove regole di valutazione dei principi contabili (D.Lgs. 139/2015).
Novità fiscali collegate
– Nei bilanci 2016 transitano le operazioni di estromissione immobili, assegnazione beni ai soci e cessioni agevolate, previsti dalla Legge di Stabilità per il 2016 (L. 208/2015 art. 1, co. 115-121), poi riaperte nei termini anche per il 2017.
– Anche per il 2016 la Legge di bilancio 2017 (L. 232/2016) ha riproposto la rivalutazione dei beni d’impresa, da eseguirsi nel bilancio 2016, che riprende quella disciplinata dai commi 140 e seguenti, dell’articolo 1, L. 147/2013 (Stabilità 2014). La rivalutazione va effettuata nel bilancio 2016 e deve riguardare tutti i beni risultanti dal bilancio al 31.12.2015 appartenenti alla stessa categoria omogenea.
– Per i beni ammortizzabili nuovi, acquistati o in leasing, dal 15 ottobre 2015 al 31 dicembre 2016 (e poi prorogato al 31/12/2017) ed entrati in funzione entro la fine dell’anno 2016, è possibile fruire del super ammortamento del 140% che viene rappresentato come variazione extracontabile, da inserire nel modello Redditi, come variazione in diminuzione e non interessa il conto economico.
– Il calcolo della deduzione per l’incremento del capitale proprio (Ace) passa dal 4,5% al 4,75% nel 2016, per scendere poi al 2,3% nel 2017. Novità invece per il calcolo dei soggetti Irpef, a cui si applicheranno gli stessi criteri dei soggetti Ires: rilevano gli incrementi patrimoniali al netto dei decrementi e la differenza del patrimonio netto al 31/12/2015 e quello al 31/12/2010.
– Dal 1° gennaio 2016 viene meno la separata indicazione dei costi sostenuti in paesi a fiscalità privilegiata, c.d. black list, che non dovranno più essere separatamente indicati e la deducibilità sarà integrale, se rispettati i requisiti ordinari di inerenza e competenza. Viene anche meno l’obbligo di compilare e trasmettere il quadro BL della comunicazione polivalente dal 2016.
– Con decorrenza 2016, il D.Lgs. 147/2015 ha elevato le soglie di deduzione delle spese di …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it