Diario quotidiano del 25 maggio 2017 - studi di settore e regime premiale per il 2017

CT_Facebook_Cover_828x3151) Rinnovata l’intesa tra Entrate e Avvocatura dello Stato

2) La detrazione sulle spese di ristrutturazione va contestata subito

3) La società in start up, anche se non supera il test di operatività, non è di comodo

4) L’amministratore che subentra nella società risponde per i mancati versamenti dell’Iva

5) Accesso al regime premiale e modifica della modulistica degli studi di settore: provvedimento Entrate

6) Fabbricati rurali non ancora dichiarati: avvisi bonari per i proprietari di 800mila immobili

7) Accesso anticipato al pensionamento per gli addetti ai lavori pesanti

8) Misura degli interessi di mora per ritardato pagamento delle somme iscritte a ruolo dal 15 maggio 2017

9) Fusione inversa: stratificazione fiscale del patrimonio netto della società

10) L’Agenzia delle entrate mette a disposizione tutti gli altri softwares dichiarativi

*****

1) Rinnovata l’intesa tra Entrate e Avvocatura dello Stato

Collaborazione e sinergia per l’efficace gestione del contenzioso: Avvocatura dello Stato e Agenzia delle Entrate uniscono nuovamente le forze per potenziare l’efficienza e l’efficacia nella gestione delle controversie.

Il protocollo d’intesa, siglato il 24 maggio 2017 dall’Avvocato generale dello Stato, Massimo Massella Ducci Teri, e dal Direttore dell’Agenzia delle Entrate, Rossella Orlandi, rinsalda una volta ancora il legame di collaborazione tra le due istituzioni. I due enti hanno inoltre firmato adesso un accordo di cooperazione applicativa che disciplina le modalità di integrazione fra i rispettivi sistemi informativi.

Termini del protocollo

Il protocollo d’intesa disciplina la cooperazione istituzionale tra i due enti, a partire dalle richieste di patrocinio rivolte all’Avvocatura da parte delle Entrate, sia in generale, sia a seconda delle varie tipologie di lite in cui può essere coinvolta l’Amministrazione finanziaria. Dal contenzioso tributario davanti alla Cassazione, anche al fine della sua razionalizzazione e riduzione, alle controversie civili e amministrative, anche in materia di appalti, e alla costituzione di parte civile nei processi penali. L’accordo rimarrà valido fino alla sottoscrizione di una successiva intesa.

Attività consultiva

Nel caso di pareri richiesti all’Avvocatura, le Direzioni centrali dell’Agenzia si occuperanno di coordinare la proposizione dei quesiti, contenenti questioni interpretative di carattere generale o di particolare rilevanza, provenienti dalle strutture territoriali. Dal canto suo, l’Avvocatura provvederà a corrispondere con tempestività alle richieste del Fisco.

Ogni sei mesi si riapre il confronto

Agenzia delle Entrate e Avvocatura generale intendono incontrarsi periodicamente per valutare l’evoluzione del contenzioso riguardante le più diffuse e rilevanti questioni controverse, in modo da definire linee di condotta comuni.

Il gioco di squadra passa attraverso il web

Nell’accordo di cooperazione applicativa Avvocatura e Agenzia si impegnano a realizzare servizi disciplinati dal Codice dell’amministrazione digitale (CAD) attraverso i quali potranno scambiarsi informazioni e documenti. Viene stabilita quindi una relazione mediante la quale i rispettivi sistemi informativi sono reciprocamente erogatori e fruitori dei servizi individuati secondo le regole tecniche del Sistema pubblico di connettività (SPC).

(Agenzia delle entrate, comunicato n. 118 del 24 maggio 2017)

******

2) La detrazione sulle spese di ristrutturazione va contestata subito

Detrazione del 36%: La Commissione tributaria provinciale di Reggio Emilia, con la sentenza 128/2/17 del 15 maggio 2017, ha bocciato la rettifica delle rate successive.

Dunque, secondo quanto deciso da tale giudice di merito, le spese di ristrutturazione devono essere disconosciute nell’anno di sostenimento, poiché va contestata in origine la sussistenza dei presupposti. Ne consegue che – in mancanza di un accertamento in…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it