Definizione liti pendenti, sospensione dei termini processuali e ingorgo di scadenze

Pubblicato il 27 aprile 2017

è arrivata la definizione (o condono) delle liti pendenti, tuttavia la procedura prevista presenta alcune criticità: la prima è nelle scadenze previste, che non tengono conto dell'affollato calendario fiscale dei prossimi mesi

Processo_TributarioParte già male la “definizione agevolata delle controversie tributarie” e il calendario fiscale previsto dalla manovra sembra difficilmente rispettabile. E’ auspicabile che il legislatore, in sede di approvazione definitiva del decreto, verifichi anche la scadenza relativa agli ulteriori adempimenti per scegliere il timing migliore. In ogni caso, in considerazione dell’elevato numero di adempimenti recentemente introdotto nel sistema, è difficile individuare una data libera.

Presumibilmente i tempi stretti indicati dal legislatore manifestano la necessità di “fare cassa” nel breve periodo anche se, la scelta effettuata, rischia di compromettere il successo dell’operazione. Successo che invece non è mancato con riferimento alla “rottamazione” delle cartelle. La circostanza è probabilmente dovuta agli ampi termini a disposizione dei contribuenti per avvalersi dell’opportunità e quindi per effettuare attente valutazioni di convenienza.

Il decreto - al