Quanto costa la Gestione Separata INPS nel 2017?


inpsLa circolare n. 21 del 31/1/2017 dell’INPS evidenzia le nuove aliquote da applicare nel 2017, il minimale e massimale per il calcolo dei contributi degli iscritti alla gestione separata; in particolare per singole categorie:

– per i lavoratori autonomi titolari di partita Iva non iscritti ad altra gestione previdenziale obbligatoria o cassa professionale, e non pensionati, l’aliquota è pari al 25% IVS + 0,72% aliquota aggiuntiva.

– per i lavoratori autonomi titolari di partita Iva iscritti ad altra cassa o forma previdenziale obbligatoria, oppure già in pensione, l’aliquota è pari al 24%.

– per i soggetti collaboratori e figure simili (per i quali solitamente il compenso è erogato mediante busta paga o cedolino periodico) non assicurati presso altre forme pensionistiche obbligatorie, l’aliquota è del 32% + 0,72% aliquota aggiuntiva

– per i soggetti collaboratori come sopra, iscritti ad altra forma pensionistica, o già pensionati, l’aliquota è del 24%.

Nulla cambia nella ripartizione dell’onere contributivo, che rimane pari ad 1/3 in capo al collaboratore, e 2/3 in capo al committente, mentre l’onere contributivo dei liberi professionisti o lavoratori autonomi privi di cassa o con forme proprie contributive, è in capo agli stessi, e viene eseguito in costanza del modello Unico PF seguendo le scadenze IRPEF a saldo ed acconto.

Per quanto riguarda il principio di cassa allargato, rimane confermato per le somme corrisposte entro il 12 gennaio.

***

Quali gli imponibili minimi e massimi per l’anno 2017?

Massimale per l’anno 2017 = € 100.324

Minimale per l’anno 2017 = € 15.548

Simuliamo il contributo minimo dovuto per l’anno 2017:

soggetti al 24% = € 3.731,52

soggetti al 25,72% = € 3.998,95

soggetti al 32,72% = € 5.087,31

27 marzo 2017

Antonio Tuzio


Partecipa alla discussione sul forum.