Diario quotidiano dell'8 marzo 2017 - Novità fiscali sui bilanci per il 2016

domanda-ct1) Equitalia: apertura anche di pomeriggio per “rottamare” cartelle

2) I pasticci del legislatore sugli adempimenti Iva

3) Dichiarazione annuale Iva/2017: chiarimenti sulle scadenze in fotofinish

4) Autovelox: nel territorio comunale deve essere presidiato, altrimenti l’atto non è valido

5) Novità fiscali sui bilanci per il 2016

6) Fusione tra Srl e fondazione: riserve di utili tassate se l’ente non esercita l’attività commerciale

7) Codice Doganale dell’Unione (CDU): nota delle Dogane

8) Voucher: cambiano le caselle di posta elettronica per la comunicazione

9) Niente Iva ridotta su ebook

10) Pubblicazioni digitali soggette all’aliquota normale Iva

***

1) Equitalia: apertura anche di pomeriggio per “rottamare” cartelle
Sportelli di Equitalia aperti anche di pomeriggio per dare massima assistenza ai contribuenti interessati in queste settimane alla definizione agevolata, la cosiddetta rottamazione delle cartelle prevista dal decreto legge n. 193/2016 convertito con modificazioni dalla legge n. 225/2016. Dal 6 marzo, e fino al 31, ben 15 sportelli di Equitalia saranno aperti anche di pomeriggio, fino alle 15,15, prolungando di due ore l’orario di apertura al pubblico.
Da aprile 2016 l’orario pomeridiano agli sportelli cosiddetti ad alta affluenza di Roma (via Colombo, via Benigni, via Aurelia), Napoli (Corso Meridionale), Milano (viale dell’Innovazione, via Lario) e Torino (via Alfieri) era stato deciso, d’intesa con le rappresentanze sindacali, per poter soddisfare il maggior numero possibile di contribuenti e diminuire i tempi di attesa.
In vista del 31 marzo, termine ultimo fissato dalla legge per aderire alla definizione agevolata, Equitalia ha disposto che l’orario prolungato fino alle 15,15 sia esteso anche ad altri 15 sportelli con sede a Padova, Bologna, Firenze e, con operazioni di cassa fino alle 13.15, a Bari (via Marin), Perugia, Napoli (Fuorigrotta e Vomero), Caserta, Salerno, Cagliari, Sassari, Catanzaro, Cosenza, Crotone e Reggio Calabria.
(Consiglio nazionale dei consulenti del lavoro, nota del 6 marzo 2017)

******

2) I pasticci del legislatore sugli adempimenti Iva
Nuovo spesometro, la beffa della trimestralità per l’invio opzionale: Confusione sull’identità di procedura tra l’invio dei dati di tutte le fatture per opzione piuttosto che per obbligo che mette in evidenza la dissimmetria che può manifestarsi sotto alcuni aspetti.
I pasticci del legislatore sugli adempimenti Iva nel nostro paese vengono adesso denunciati con una nota congiunta di ANC/ConfimiIndustria del 6 marzo 2017.

******

3) Dichiarazione annuale Iva/2017: chiarimenti sulle scadenze in fotofinish
L’Agenzia delle entrate, con la risoluzione n. 26/E del 6 marzo 2017, rimarca che a causa di temporanei rallentamenti nelle reti di trasmissione delle dichiarazioni registrati il 28 febbraio 2017, la stessa Agenzia, con comunicato stampa dello scorso 1° marzo, ha avvisato che sono eccezionalmente considerate tempestive le dichiarazioni Iva 2017 (per l’anno d’imposta 2016) pervenute entro il 3 marzo 2017.
Poiché alcuni operatori hanno espresso dei dubbi sulla corretta esecuzione degli adempimenti fiscali che derivano dal “termine di presentazione” delle dichiarazioni IVA annuali, vengono ora fornite le seguenti precisazioni:
Il termine per la presentazione della dichiarazione non è stato prorogato, ma è stato solo consentito di inoltrare la stessa entro il 3 marzo 2017 a quei soggetti che per problemi di rallentamento nel canale di trasmissione non sono riusciti ad inviarla all’Agenzia delle entrate entro il 28 febbraio.
Ne consegue che tutti gli adempimenti fiscali aventi scadenza successiva al 28 febbraio 2017 e connessi al “termine di presentazione” del modello di dichiarazione annuale Iva dovranno essere eseguiti facendo riferimento esclusivamente alla data del 28 febbraio 2017.
Per quanto riguarda la compensazione c.d. “orizzontale” del…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it