Ecco i contributi INPS per il 2017 – Diario quotidiano dell’1 febbraio 2017

Pubblicato il 1 febbraio 2017

1) Conservatorie dei registri immobiliari: dall'1 febbraio cambiano gli orari di apertura al pubblico
2) Bonus riqualificazione alberghi: termine per la compilazione dell’istanza prorogato
3) Cup: termine dell’invio telematico delle certificazioni uniche da spostare al 31 marzo
4) Precompilata 2017: possibile l’invio dei dati all’Anagrafe tributaria
5) Bonus energetico: ecco il software con cui l’amministratore di condominio trasmette la comunicazione
6) Regime del deposito doganale: stop all’obbligo di presentazione dell’inventario
7) Semplificazioni in materia di DURC
8) Aliquote contributive 2017 per OTD e operai a tempo indeterminato nelle aziende agricole
9) Limite minimo di retribuzione giornaliera
10) Gestione separata: ecco le aliquote contributive reddito per l’anno 2017
11) Artigiani ed esercenti attività commerciali: contribuzione per l’anno 2017
12) Conferma della riduzione contributiva nel settore dell’edilizia per l’anno 2016: ecco le indicazioni operative
13) Novità della dichiarazione IVA illustrate dalla FNC
14) L’accertamento delle prestazioni rese a titolo gratuito dal professionista
15) Società Benefit: documento della FNC
diario-quotidiano-articoli-91) Conservatorie dei registri immobiliari: dal 1° febbraio cambiano gli orari di apertura al pubblico 2) Bonus riqualificazione alberghi: termine per la compilazione dell’istanza prorogato 3) Cup: termine dell’invio telematico delle certificazioni uniche da spostare al 31 marzo 4) Precompilata 2017: possibile l’invio dei dati all’Anagrafe tributaria 5) Bonus energetico: ecco il software con cui l’amministratore di condominio trasmette la comunicazione 6) Regime del deposito doganale: stop all’obbligo di presentazione dell’inventario 7) Semplificazioni in materia di DURC 8) Aliquote contributive 2017 per OTD e operai a tempo indeterminato nelle aziende agricole 9) Limite minimo di retribuzione giornaliera 10) Gestione separata: ecco le aliquote contributive reddito per l’anno 2017 11) Artigiani ed esercenti attività commerciali: contribuzione per l’anno 2017 12) Conferma della riduzione contributiva nel settore dell’edilizia per l’anno 2016: ecco le indicazioni operative 13) Novità della dichiarazione IVA illustrate dalla FNC 14) L’accertamento delle prestazioni rese a titolo gratuito dal professionista 15) Società Benefit: documento della FNC ***

1) Conservatorie dei registri immobiliari: dal 1° febbraio cambiano gli orari di apertura al pubblico

Nuovi orari per i servizi di pubblicità immobiliare. Dal 1° febbraio, infatti, le Conservatorie dei registri immobiliari saranno aperte al pubblico dalle 8.30 alle 13 dei giorni feriali, escluso il sabato. Lo prevede l’articolo 7-quater, comma 38, del decreto-legge n. 193/2016, inserito dalla legge di conversione n. 225/2016.

Resta ferma la chiusura alle 11 nell’ultimo giorno del mese.

Il nuovo orario, posticipato di mezz’ora rispetto a quello attuale (8-12.30), si riflette anche sulle formalità integralmente trasmesse per via telematica, che quindi si considereranno presentate:

- nello stesso giorno di trasmissione, di seguito a tutte le formalità presentate fisicamente allo sportello, se la trasmissione viene effettuata entro le ore 13;

- nel giorno successivo a quello di trasmissione, di seguito a tutte le formalità presentate fisicamente allo sportello, se la trasmissione viene effettuata dopo le ore 13.

La nuova normativa prevede anche la possibilità di ampliare l’orario di svolgimento dei servizi di ispezione ipotecaria e di rilascio di copie e certificazioni oltre la fascia oraria 8.30-13. Questo ampliamento sarà reso operativo successivamente, una volta definiti i necessari aspetti organizzativi.

(Agenzia delle entrate, comunicato n. 22 del 30 gennaio 2017)

******

2) Bonus riqualificazione alberghi: termine per la compilazione dell’istanza prorogato

Ecco di seguito l’avviso del Ministero dei beni culturali:

AVVISO DEL 26 GENNAIO 2017: TAX CREDIT RIQUALIFICAZIONE, SLITTAMENTO DATE

Al fine di consentire l’erogazione del supporto tecnico-amministrativo agli utenti il termine per la compilazione dell’istanza è prorogato alle ore 16,00 di venerdì 3 febbraio 2017.

Conseguentemente il click day avverrà dalle ore 10:00 di martedì 7 febbraio 2017 alle ore 16:00 di mercoledì 8 febbraio 2017.

TERMINE COMPILAZIONE ISTANZE ORE 16,00 DEL 3 FEBBRAIO 2017

CLICK DAY DALLE ORE 10,00 DEL 7 FEBBRAIO 2017 ALLE ORE 16,00 DEL 8 FEBBRAIO 2017.

******

3) Cup: termine dell’invio telematico delle certificazioni uniche da spostare al 31 marzo

Non è possibile che l’invio telematico al Fisco sia fissato per il prossimo 7 marzo, mentre, invece, le medesime certificazioni devono essere consegnate ai percipienti entro il 31 marzo. I due termini vanno allineati.

Lo ha chiesto il Cup (Comitato unitario delle professioni) che prende l’iniziativa e offre al legislatore quattro proposte di semplificazione, per fare pace tra Fisco e professionisti. Se condivise dal Governo, le proposte potrebbero essere recepite già con il Decreto legge Milleproroge. I capitoli della proposta sono certificazione, comunicazione analitica dei dati delle fatture emesse e ricevute,dichiarazione integrativa a favore e definizione agevolata delle cartelle.

Il documento affronta la questione delle comunicazioni delle fatture: «Sono state introdotte per ogni anno, salvo alcune eccezioni per il 2017, otto comunicazioni trimestrali Iva, di cui quattro relative alle fatture emesse e ricevute e quattro relative alle liquidazioni periodiche». Il Cup sottolinea, per quanto riguarda eventuali sanzioni, l’inapplicabilità del cumulo giuridico, in presenza di adempimenti che assumono la valenza di «vere e proprie dichiarazioni Iva». In alternativa, «si propone che l’obbligo di comunicazione dei dati delle fatture emesse e ricevute avvenga con periodicità semestrale ed in forma semplificata, aggregando i dati delle operazioni svolte per singolo cliente/fornitore».

Il Cup chiede poi che siano estesi i vantaggi della dichiarazione integrativa. Il meccanismo è quello della compensazione.

Infine, la rottamazione: occorre «disporre che la presentazione dell’istanza produca effetti anche nei confronti dell’Inps e che nelle more debba essere rilasciato dall’Istituto il documento di regolarità contributiva», per evitare penalizzazioni per le aziende.

******

4) Precompilata 2017: possibile l’invio dei dati all’Anagrafe tributaria

Precompilata 2017: via libera per gli operatori all’invio dei dati all’Anagrafe tributaria.

Dal 31 gennaio 2017 fino al 28 febbraio gli operatori di ciascun settore avranno tempo per inviare i dati relativi alle spese 2016 che confluiranno nella dichiarazione precompilata 2017. Sono aperti, infatti, i canali telematici dell’Agenzia delle Entrate attraverso i quali gli operatori dovranno trasmettere i dati all’Anagrafe tributaria. È possibile l’invio delle informazioni relative a contratti e premi assicurativi, interessi passivi per contratti di mutuo, spese universitarie, rimborsi delle spese sanitarie e universitarie, contributi versati alle forme pensionistiche complementari e spese di ristrutturazione o risparmio energetico sulle parti comuni del condominio.

Come procedere all’invio

Le comunicazioni, che dovranno essere trasmesse all'Amministrazione fiscale entro il 28 febbraio, viaggiano esclusivamente attraverso i canali telematici. In particolare, le assicurazioni dovranno servirsi della piattaforma Sid (Sistema di interscambio dati), mentre gli altri operatori utilizzeranno Entratel o Fisconline, anche tramite intermediario. Per la corretta trasmissione è necessario fare uso delle applicazioni informatiche di controllo e di predisposizione dei file messe a disposizione gratuitamente dall’Agenzia delle Entrate.

Da quest’anno, i moduli di controllo sono già installati all’interno della piattaforma "Desktop Telematico", per le applicazioni Entratel e File Internet, quindi non sarà necessario alcun aggiornamento poiché il modulo di controllo si aggiornerà automaticamente all'interno della piattaforma nel momento in cui questa verrà avviata.

Le diverse tipologie di invio

Gli operatori potranno effettuare tre tipi di invio:

- “ordinario”, ma non necessariamente unico, dal momento che alle informazioni contenute in una prima comunicazione possono esserne aggiunte altre, trasmettendo successivi invii ordinari;

- “sostitutivo”, in cui le informazioni inserite si sostituiranno a quelle precedentemente in