Il Commercialista Gastronomico propone l'insalata russa di Valeria

insalata-russaSecondo il vecchio calendario russo, cioè il nostro antico calendario giuliano, oggi 7 gennaio è il giorno di Natale. La chiesa Russa non ha mai recepito il calendario gregoriano (usato in Occidente) e continua a celebrare le festività secondo l’antico calendario giuliano, con una scartamento di 13 giorni rispetto al nostro.

Sulla tavola russa a natale non può mancare l’insalata russa, o meglio al versione originale del piatto che anche noi conosciamo (in realtà l’insalata russa sarebbe il piatto di Capodanno ma noi non usciamo il 13 gennaio). La genesi del piatto è nobile: fu inventato da Lucien Olivier che fu il gestore del ristorante Hermitage di Mosca nel decennio 1860. In pratica il piatto appartiene al periodo storico in cui i cuochi della grande e nascente cucina francese borghese si trasferirono in Russia alla conquista di un nuovo ricco mercato. Ricordiamo che il ristorante Hermitage di Mosca fu un punto di riferimento dell’alta società e della gastronomia fino al 1917. Per fare un esempio sul costo

L’Insalata Olivier era un’insalata ricca ideata in un ristorante che oggi definiremmo stellato con ingredienti da intenditori: caviale, gamberi della Kamčatka, aragosta, lingua di vitello… Probabilmente, gli ingredienti variavano di stagione in stagione, il segreto (di cui non ho mai trovato la ricetta) era nella salsa di legatura, quella che per noi è la maionese.

L’insalata di Olivier, con al denominazione di insalata russa, è un piatto che ha spopolato a livello globale: anche Pellegrino Artusi ci propone la sua ricetta (n. 454 di La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene). Ecco la presentava Artusi: “La così detta insalata russa, ora di moda nei pranzi, conservatone il carattere fondamentale, i cuochi la intrugliano a loro piacere”.

La popolarità del piatto ne ha anche col tempo semplificato la ricetta, sia adattandola alle materie prime locali, sia adattandosi alle usanze dei nostri giorni. In Russia, durante il periodo sovietico, la lista degli ingredienti si è ulteriormente semplificata per ovvie ragioni economiche.

Oggi proponiamo un insalata russa con ricetta di origine russa che si può preparare anche in Italia.

L’insalata russa di Valeria

Ingredienti

Carote lesse (tagliare a cubetti)

Patate lesse (tagliare a cubetti)

Cipolla cruda (tagliare a cubetti)

Cetriolo crudo (tagliare a cubetti)

Mela cruda (tagliare a cubetti)

Uova sode (tagliare a cubetti)

Mais

Piselli cotti a bagno maria

Bastoncini di granchio (tagliare a cubetti) – ovviamete se diponible si pososno usare granchi o altri crostacei freschi, cotti e tagliati a cubetti

Tanta maionese – ovviamente la maionese andrebbe fatta in casa.

Il procedimento è abbastanza semplice, vanno cotti e tagliati a dadini gli ingredienti, poi vanno amalgamati con la maionese.

Da servire a temperatura ambiente, ma da conservar ein frigorifero.

7 gennaio 2017

Luca Bianchi

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it