La plusvalenza sulla cessione dell’immobile non può essere desunta dal valore definito ai fini dell’imposta di registro - Diario quotidiano del 27 gennaio 2017

diario-quotidiano-articoli-71) Dichiarazione precompilata: possibile inviare i dati sanitari fino al 9 febbraio 2017

2) Dichiarazione Iva annuale e modello Iva 74-bis: disponibili le specifiche tecniche

3) Basta l’email per provare il conferimento dell’incarico professionale

4) La plusvalenza sulla cessione dell’immobile non può essere desunta dal valore definito ai fini dell’imposta di registro

5) Credito ricerca e sviluppo cumulabile con gli incentivi comunitari

6) Fondi pensione: aggiornato manuale di vigilanza

7) Nuove disposizioni in materia di salvaguardia pensionistica (c.d. ottava salvaguardia)

8) Libro giornale: con la sintesi giornaliera si paga meno imposta di bollo

9) Omessa dichiarazione annuale Iva: il credito dell’anno precedente non si perde

10) Professionisti: “in cantiere” il diritto all’equo compenso non solo per gli avvocati

*****

1) Dichiarazione precompilata: possibile inviare i dati sanitari fino al 9 febbraio 2017

Pubblicato dall’Agenzia delle entrate il provvedimento direttoriale n. 17731 del 25 gennaio 2017 recante modifiche al provvedimento del 29 luglio 2016 in materia di modalità tecniche di utilizzo dei dati delle spese sanitarie ai fini della elaborazione della dichiarazione dei redditi precompilata e modifiche al provvedimento del 15 settembre 2016 in materia di modalità tecniche di utilizzo dei dati delle spese sanitarie e delle spese veterinarie ai fini della elaborazione della dichiarazione dei redditi precompilata, a decorrere dall’anno di imposta 2016.

Come riferito dal comunicato della stessa Agenzia del 25 gennaio 2017, c’è tempo fino al 9 febbraio 2017 per l’invio al Sistema Tessera Sanitaria dei dati relativi alle spese sanitarie e ai rimborsi effettuati nel 2016 per prestazioni non erogate, o parzialmente erogate.

Estesa la scadenza per l’invio dei dati

I soggetti tenuti alla trasmissione delle spese sanitarie, la cui platea è aumentata in quanto include, rispetto allo scorso anno, le strutture autorizzate e non accreditate, gli psicologi, gli infermieri, le ostetriche, le parafarmacie, i tecnici di radiologia medica e gli ottici, avranno più tempo per inviare i dati relativi alle citate spese del 2016. L’estensione del termine, dal 31 gennaio al 9 febbraio, va incontro alle esigenze rappresentate dalle categorie tenute all’invio dei dati per il primo anno e all’esigenza di fornire ai contribuenti un 730 precompilato con un maggior numero di spese mediche. La proroga del termine si intende riferita alla trasmissione di tutte le spese sanitarie sostenute nel 2016, da parte di tutti i soggetti tenuti a questo obbligo. La proroga riguarda ovviamente anche i veterinari, che da quest’anno sono tenuti all’invio al Sistema Tessera Sanitaria dei dati relativi alle spese veterinarie.

Proroga dei termini anche per l’opposizione all’utilizzo dei dati

In osservanza del sistema di tutela della privacy approvato, è posticipato al 9 marzo 2017 il termine entro il quale i contribuenti potranno comunicare all’Agenzia delle Entrate il proprio rifiuto all’utilizzo delle spese sanitarie sostenute nell’anno 2016 ai fini dell’elaborazione del 730 precompilato. Coloro che vorranno esercitare la facoltà di opposizione potranno quindi trasmettere il modello direttamente all’Agenzia fino al 31 gennaio 2017 oppure accedere dal 10 febbraio al 9 marzo 2017 direttamente all’area autenticata del sito web del Sistema Tessera Sanitaria (www.sistemats.it) tramite la tessera sanitaria oppure le credenziali Fisconline rilasciate dall’Agenzia.

******

2) Dichiarazione Iva annuale e modello Iva 74-bis: disponibili le specifiche tecniche

L’Agenzia delle entrate ha pubblicato le specifiche tecniche dei moduli Iva (dichiarazione annuale e Iva 74-bis).

Servono per la trasmissione telematica all’Agenzia delle Entrate, da parte di contribuenti, curatori fallimentari e commissari liquidatori, dei dati contenuti nelle due dichiarazioni

Dopo il…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it