La Cassa Forense rimborsa gli avvocati per l’acquisto di nuovi strumenti informatici

logo_cassaforenseÈ stato pubblicato sul sito istituzionale della Cassa Nazionale di Previdenza e Assistenza Forense il bando per l’assegnazione di contributi per l’acquisto di nuovi strumenti informatici per lo studio legale.

Soggetti beneficiari

Possono accedere al beneficio coloro che posseggono i seguenti requisiti:

  • Essere iscritti alla Cassa o essere componenti di studi legali associati;

  • Essere in regola con le comunicazioni reddituali alla Cassa (modelli 5);

  • Aver dichiarato nel Mod.5/2016 un reddito professionale inferiore ad euro 40.000,00.

Investimenti ammissibili

Il contributo erogato dalla Cassa Forense è destinato a coprire il costo dell’acquisto, effettuato nel 2016, di nuovi strumenti informatici per lo studio professionale (pc, stampanti, fax, fotocopiatrici, impianti telefonici e software di gestione studio).

Ammontare contributo

Il contributo sarà pari al 50% della spesa documentata, al netto dell’I.V.A., e, comunque, non oltre l’importo di euro 1.500,00, fino a concorrenza dello stanziamento complessivo di euro 1.500.000,00.

La graduatoria sarà stilata sulla base dei seguenti criteri:

  • Minore reddito professionale del richiedente,

  • Minore età anagrafica del richiedente,

  • Maggiore anzianità di iscrizione alla Cassa.

Termini e modalità di invio della domanda

Gli interessati potranno presentare apposita domanda di accesso al beneficio utilizzando il modello reperibile sul sito internet della Cassa (www.cassaforense.it), allegando i seguenti documenti:

  1. copia della fattura relativa all’acquisto di nuovi strumenti informatici per lo studio professionale;

  2. copia di un documento di identità, in corso di validità, del richiedente.

La richiesta, debitamente sottoscritta dal richiedente, deve essere inviata, alternativamente a mezzo:

  • raccomandata A/R alla Cassa Nazionale di Previdenza e Assistenza Forense – Servizio Assistenza e Servizi Avvocatura – Via G. G. Belli, 5 – 00193 – Roma,

  • PEC (istituzionale@cert.cassaforense.it),

entro e non oltre il 16 gennaio 2017.

2 dicembre 2016

Anna Maria Pia Chionna


Partecipa alla discussione sul forum.