Diario quotidiano del 5 dicembre 2016: le nuove specifiche tecniche della Fattura Elettronica

1) Rimborso tributi locali: per velocizzare i tempi occorre comunicare l’IBAN al comune competente

2) Ulteriori semplificazioni della procedura “Certificazione rimborsi al cittadino”

3) Violazione delle disposizioni sulle informazioni dei prodotti accertata da funzionari doganali

4) Fondo di solidarietà per il sostegno del reddito, dell’occupazione e della riconversione e riqualificazione professionale del personale

5) Società in house: la revoca del sindaco si chiede al giudice ordinario

6) L’accertamento nei confronti delle società di persone chiude il cerchio: non occorre poi la notifica ai soci

7) Scelta per la trasmissione di fatture e corrispettivi prorogata a marzo 2017

8) Scadenza del 16 dicembre 2016: dal MEF le FAQ sulle seconda rata IMU-TASI

9) Enti locali: vigilanza e controllo, aggiornati dal CNDCEC i primi tre Principi

10) Fondo di integrazione salariale: pagamento diretto dell’assegno ordinario e dell’assegno di solidarietà

11) Nuova dichiarazione d’intento disponibile dal 2 dicembre 2016

12) Fatturazione Elettronica verso le Pubbliche Amministrazione: come adeguarsi alle nuove specifiche tecniche

***

 

1) Rimborso tributi locali: per velocizzare i tempi occorre comunicare l’IBAN al comune competente
Procedura rimborsi tributi locali. Richieste di rimborso a carico dell’Erario. Comunicazione dell’IBAN.
Al fine di agevolare e velocizzare le procedure di liquidazione delle richieste di rimborso da parte dello Stato, si invitano i contribuenti che non lo avessero ancora fatto a comunicare il proprio codice IBAN al comune competente all’istruttoria della pratica di rimborso.
Si ricorda che i rimborsi in questione riguardano i contribuenti che hanno effettuato un errato versamento relativo all’IMU – quota riservata allo Stato – o alla Maggiorazione TARES.
La comunicazione del codice IBAN vale sia nel caso in cui tale codice non sia stato fornito all’ente locale sia in quello in cui lo stesso, seppure già indicato sia stato sostituito, nelle more della liquidazione della somma da rimborsare, da un nuovo codice.
I comuni, infatti, attraverso l’applicazione disponibile sul Portale del federalismo fiscale, hanno a disposizione una nuova funzionalità con la quale inserire o modificare i codici IBAN per le pratiche già trasmesse.
(Ministero dell’Economia e finanze, comunicato del 1° dicembre 2016)

******

 

2) Ulteriori semplificazioni della procedura “Certificazione rimborsi al cittadino”
In merito alle procedure di riversamento, rimborso e regolazioni contabili relative ai tributi locali si fa presente che a partire dal 23 novembre 2016 i Comuni hanno a disposizione quattro nuove funzionalità che risolvono alcune problematiche verificatesi nell’inserimento dei dati e a cui si ritiene opportuno dare un adeguato rilievo:
– Acquisizione dell’IBAN per pratiche con stato “Trasmessa”
Con tale funzionalità è possibile attivare la ricerca delle pratiche prive di IBAN. Si ricorda che, al fine di agevolare e velocizzare le procedure di liquidazione delle richieste di rimborso da parte di Erario, è essenziale fornire l’IBAN del soggetto beneficiario del rimborso. Nel caso in cui, quindi, non sia stato inizialmente comunicato l’IBAN o tale codice sia stato nel frattempo modificato, è possibile procedere all’inserimento o alla modifica.
– Nuovo campo “Codice catastale del comune di origine”
La nuova funzionalità consente al comune di acquisire tutte le comunicazioni e le richieste di rimborso relative ai versamenti effettuati dai contribuenti sul codice catastale di Comuni che, al momento attuale, risultano soppressi in seguito di fusioni e confluiti nel Comune che sta operando.
La stessa modalità potrà essere utilizzata anche nei casi in cui debbano essere inserite richieste di rimborso da parte dell’Erario relative a importi che il contribuente ha versato erroneamente ad altro comune, ma è …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it