La revisione dell'agevolazione ACE - Diario quotidiano del 12 dicembre 2016

1) Modello F24 telematico: istituito codice tributo per la compensazione dei crediti spettanti agli avvocati ammessi al patrocinio gratuito

2) Studi di settore: via libera per il 2016 ai correttivi anticrisi

3) Rateazione per le liti pendenti, con transazioni, da definire entro il 30 settembre 2017

4) Al via negli studi professionali la detassazione premi di produttività

5) Ok al ricorso fiscale da parte del consigliere della Srl

6) Per l’accertamento fiscale sulla prima casa non serve la fase del contraddittorio preventivo

7) Prestiti soggetti a Iva se accessori ad operazioni imponibili

8) Anche con l’opzione per il regime IRI commercianti ed artigiani pagheranno i contributi in regime ordinario

9) Razionalizzazione dell’Aiuto alla crescita economica – ACE

10) Fisco, rimborsi via sms per 2400 contribuenti
***

1) Modello F24 telematico: istituito codice tributo per la compensazione dei crediti spettanti agli avvocati ammessi al patrocinio gratuito
Modello F24 telematico: Introdotto il codice tributo per l’utilizzo in compensazione, mediante, dei crediti per spese, diritti e onorari spettanti dagli avvocati ammessi al patrocinio a spese dello Stato.
Questo grazie alla risoluzione dell’Agenzia delle entrate n. 113/E del 7 dicembre 2016.
Per consentire l’utilizzo in compensazione dei crediti con il modello F24 telematico, è stato, quindi, istituito il seguente codice tributo:
– “6868” denominato “Compensazione spese, diritti e onorari di avvocato per gratuito patrocino – articolo 1, commi da 778 a 780 della legge 28 dicembre 2015, n. 208”.
In sede di compilazione del modello di pagamento F24, il suddetto codice tributo è esposto nella sezione “Erario”, in corrispondenza delle somme indicate nella colonna “importi a credito compensati”, ovvero, nei casi in cui il contribuente debba procedere al riversamento del credito, nella colonna “importi a debito versati”.
Il campo “anno di riferimento”, è valorizzato con l’anno di ammissione del credito alla procedura di compensazione, nel formato “AAAA”.
L’articolo 1, comma 778 della legge 28 dicembre 2015, n. 208, prevede che “A decorrere dall’anno 2016, entro il limite di spesa massimo di 10 milioni di euro annui, i soggetti che vantano crediti per spese, diritti e onorari di avvocato, sorti ai sensi degli articoli 82 e seguenti del testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di spese di giustizia, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 30 maggio 2002, n. 115, e successive modificazioni, in qualsiasi data maturati e non ancora saldati, sono ammessi alla compensazione con quanto da essi dovuto per ogni imposta e tassa, compresa l’imposta sul valore aggiunto (IVA), nonche’ al pagamento dei contributi previdenziali per i dipendenti mediante cessione, anche parziale, dei predetti crediti entro il limite massimo pari all’ammontare dei crediti stessi, aumentato dell’IVA e del contributo previdenziale per gli avvocati (CPA)(…)”.
******

2) Studi di settore: via libera per il 2016 ai correttivi anticrisi
Studi di settore: ok degli esperti alle evoluzioni degli studi per il 2016 ai correttivi anticrisi ed alle modifiche della territorialità.
Via libera ai correttivi anticrisi e alle revisioni. La Commissione degli esperti, infatti, durante la riunione del 7 dicembre 2016 ha espresso il proprio parere su una serie di interventi relativi alla applicazione degli studi di settore per il periodo di imposta 2016. In particolare, all’ordine del giorno erano previsti i seguenti interventi:
Correttivi anticrisi
Gli esperti hanno valutato positivamente la metodologia di elaborazione degli interventi finalizzati a cogliere la particolare congiuntura economica in corso. Gli interventi disposti per affrontare le difficoltà del mercato saranno comunque sottoposti ad una successiva verifica, al fine di valutarne l’effettiva coerenza, prima della relativa …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it