Anche con l’opzione per il regime IRI commercianti ed artigiani pagheranno i contributi in regime ordinario

Ai fini previdenziali non cambia nulla per artigiani e commercianti. L’Inps continuerà a riscuotere i contributi dovuti senza che nulla sia successo.
Difatti, il comma 548 dell’articolo 1 della Legge di bilancio 2017, ora solo in attesa di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale, dispone che, per i soggetti che optano per il regime dell’IRI, il contributo annuo dovuto alle gestioni dei contributi e delle prestazioni previdenziali degli artigiani e degli esercenti attività commerciali – titolari, coadiuvanti e coadiutori – deve essere determinato senza tener conto delle nuove disposizioni in materia di IRI.
Articolo 1, commi 547-553 (Imposta sul reddito d’impresa – IRI)
I commi 547-553 recano la disciplina della nuova imposta sul reddito d’impresa (IRI) – da calcolare sugli utili trattenuti presso l’impresa – per gli imprenditori individuali e le società in nome …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in alto a destra. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it