Il secondo acconto per contributi IVS e gestione separata

L’obbligo riguarda i seguenti soggetti: artigiani, commercianti, collaboratori familiari, soci di srl, socio di srl unipersonale, soci accomandatari di sas, soci di snc, soci di srl trasparenti, affittacamere…
Si ricorda che l’acconto contributivo è determinato sul totale dei redditi dichiarati nel modello Unico (quadri RG,RF,RH,LM).

NOTA: PER I SOGGETTI CHE HANNO USUFRUITO DELLA DEDUZIONE ACE LA BASE IMPONIBILE VA ASSUNTA AL LORDO DELL’AGEVOLAZIONE.
Ai fini del calcolo dell’acconto previdenziale occorre considerare l’agevolazione relativa alla normativa del super Ammortamento.
Come per le imposte risulta possibile effettuare il calcolo applicando il metodo storico ovvero il metodo previsionale.
Vi è tuttavia da segnalare che in materia di gestione separata non sembra applicabile la possibilità di ridurre l’importo degli acconti dovuti in quanto la circolare INPS n. 182-94 cita tale possibilità solo per gli artigiani e i commercianti.
Leggi l’articolo nel PDF…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it