Diario quotidiano del 30 novembre 2016: in arrivo gli alert del Fisco sui modelli 770 per il periodo d’imposta 2012

Pubblicato il 30 novembre 2016

1) Approvata dalla Camera la Legge di Bilancio 2017, ora al Senato
2) IVA e Imposte sui redditi: cessioni gratuite di prodotti alimentari e farmaceutici a fini di solidarietà sociale
3) Premi produttività: nuova denominazione per codici tributo F24
4) Rimborso IVA per i soggetti non residenti stabiliti in altro Stato membro UE
5) Confisca per equivalente obbligatoria sui beni dell’imprenditore evasore
6) Modelli 770 per il periodo d’imposta 2012: in arrivo gli alert del Fisco
7) Nuovo accordo di ristrutturazione con intermediari finanziari: 'scende in campo' il CNDCEC
8) Semplificazione fiscale mancata
9) ANPAL: online il nuovo sito internet
10) Principi di Vigilanza e controllo dell’Organo di Revisione degli Enti Locali
11) Distributori automatici: provvedimento per l’invio dei dati alle Entrate
12) Riconoscimento della riduzione della contribuzione INAIL per le aziende agricole
13) Nuova disciplina relativa ai termini di presentazione delle domande di Cassa integrazione salariale ordinaria per eventi oggettivamente non evitabili
14) Operazioni con parti correlate
diario-quotidiano-articoli-7 1) Approvata dalla Camera la Legge di Bilancio 2017, ora al Senato 2) IVA e Imposte sui redditi: cessioni gratuite di prodotti alimentari e farmaceutici a fini di solidarietà sociale 3) Premi produttività: nuova denominazione per codici tributo F24 4) Rimborso IVA per i soggetti non residenti stabiliti in altro Stato membro UE 5) Confisca per equivalente obbligatoria sui beni dell’imprenditore evasore 6) Modelli 770 per il periodo d’imposta 2012: in arrivo gli alert del Fisco 7) Nuovo accordo di ristrutturazione con intermediari finanziari: “scende in campo” il CNDCEC 8) Semplificazione fiscale mancata 9) ANPAL: online il nuovo sito internet 10) Principi di Vigilanza e controllo dell’Organo di Revisione degli Enti Locali 11) Distributori automatici: provvedimento per l’invio dei dati alle Entrate 12) Riconoscimento della riduzione della contribuzione INAIL per le aziende agricole 13) Nuova disciplina relativa ai termini di presentazione delle domande di Cassa integrazione salariale ordinaria per eventi oggettivamente non evitabili: Precisazione dall’INPS 14) Operazioni con parti correlate

***

1) Approvata la Legge di Bilancio 2017, ora al senato

La Camera, dopo aver approvato la nota di variazioni, il 28 novembre 2016 ha approvato il disegno di legge: Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2017 e bilancio pluriennale per il triennio 2017-2019 (C. 4127-bis-A). Il provvedimento é ora all’esame del Senato.

******

2) IVA e Imposte sui redditi: cessioni gratuite di prodotti alimentari e farmaceutici a fini di solidarietà sociale

La Legge n. 166 del 12 agosto 2016, ha lo scopo di ridurre gli sprechi dei prodotti alimentari e farmaceutici nelle fasi di produzione, trasformazione e distribuzione dei medesimi, attraverso il loro recupero e la donazione nei confronti della categorie sociali ritenute meritevoli di tutela.

Assonime, con la circolare n. 25 del 28 novembre 2016, ha illustrato le principali disposizioni della legge che prevedono agevolazioni, in materia di IVA, di imposte sui redditi e di tassa sui rifiuti, per le cessioni gratuite di beni alimentari e di prodotti farmaceutici effettuate a fini di solidarietà sociale.

Di tali agevolazioni potranno usufruire anche le imprese che pongono in essere cessioni gratuite in favore delle popolazioni colpite dai recenti terremoti.

******

3) Premi produttività: nuova denominazione per codici tributo F24

Vengono utilizzati dai sostituti d’imposta per versare l’imposta sostitutiva dell’Irpef e delle addizionali regionale e comunale sulle somme erogate ai dipendenti del settore privato.

Cambiano denominazione i codici tributo utilizzati dai sostituti d’imposta nel modello F24 per il versamento mensile dell’imposta sostitutiva dell’Irpef e delle relative addizionali locali - pari al 10% - sugli emolumenti corrisposti ai lavoratori dipendenti privati per incrementi di produttività, redditività, qualità, efficienza e innovazione.

L’aggiornamento dei codici tributo (istituiti con le risoluzioni 287/2008, 115/2009, 190/2009 e 84/2011) è fatto dall’Agenzia delle entrate con la risoluzione n. 109/E del 28 novembre 2016.

La ridenominazione si è resa necessaria a seguito dell’intervento normativo operato dalla Stabilità 2016 (articolo 1, commi da 182 a 190, della legge 208/2015) in materia di tassazione agevolata dei premi di risultato di ammontare variabile. In particolare, dopo alcuni anni di sperimentazione, la disposizione agevolativa è stata messa a regime, con un tetto di accesso a 50mila euro di redditi da lavoro dipendente nell’anno precedente e un limite di premi assoggettabili alla tassazione sostitutiva fissato a 2mila euro lordi ed elevato a 2.500 euro per le imprese che coinvolgono pariteticamente i lavoratori nell’organizzazione del lavoro. L’agevolazione, inoltre, è stata estesa alle somme erogate sotto forma di partecipazione agli utili dell’impresa. Questi i codici tributo oggetto di cambio di denominazione: “1053”, “1057”, “1305”, “1307”, “143E”, “1604”, “1606”, “1816”, “1904”, “1905”, “1907”, “1908”.

******

4) Rimborso IVA per i soggetti non residenti stabiliti in altro Stato membro UE

Iva non residenti rimborsata a terzi se la delega è autenticata dal notaio. Un contribuente, attraverso una procura speciale, può farsi rappresentare innanzi agli uffici finanziari nelle diverse fasi dell’accertamento e della liquidazione dei tributi

Il soggetto non residente, stabilito in altro Paese Ue, avente diritto al rimborso ex articolo 38-bis.2, Dpr 633/1972, può delegare un terzo a incassare le somme dovute e la delega (procura), anche se formata all’estero, deve essere resa secondo i principi stabiliti dall’articolo 63 del Dpr 600/1973, ovvero autenticata da un notaio o da altro pubblico ufficiale idoneo a conferire pubblica fede all’atto. Lo ha precisato l’Agenzia delle entrate con la risoluzione 110/E del 28 novembre 2016. Il provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate del 1° aprile 2010, re