Diario quotidiano del 16 novembre 2016: il regime opzionale per la trasmissione telematica delle fatture diviene più appetibile?

1) Deduzione dei costi sostenuti per prestazioni di assistenza legale

2) TFR: aggiornato il coefficiente di rivalutazione per il mese di ottobre 2016

3) Pubblicate le procedure relative al rimborso della quota I.M.U. Stato

4) Fondo di solidarietà per il settore del trasporto aereo

5) Rilascio aggiornamenti del flusso di denuncia DMAG

6) Le violazioni IVA in regime di inversione contabile (o reverse charge)

7) Prestanome sempre condannabile anche se rischia il licenziamento

8) Il regime opzionale per la trasmissione telematica delle fatture diviene più appetibile?

9) Sicurezza sul lavoro: niente responsabilità per lavoratori ospiti

10) Alberghi: per la riduzione della tassa rifiuti serve la licenza stagionale

****

 

1) Deduzione dei costi sostenuti per prestazioni di assistenza legale
Assonime, il 14 novembre 2016, ha pubblicato “Approfondimenti 1-2016” – Note a margine della sentenza della Cassazione n. 19969 dell’11 agosto 2016 in tema di deduzione dei costi sostenuti per prestazioni di assistenza legale.
L’approfondimento individua importanti indicazioni fornite dal Giudice di legittimità con la sentenza n. 16969 dell’11 agosto 2016, in merito alla corretta imputazione temporale degli oneri sostenuti per prestazioni di assistenza legale rese nell’ambito di una controversia giudiziale.

******

 

2) TFR: aggiornato il coefficiente di rivalutazione per il mese di ottobre 2016
Aggiornato il coefficiente di rivalutazione per il mese di ottobre 2016: Le quote di TFR, accantonate al 31 dicembre 2015, vanno rivalutate dello 1,3200%.
TFR: il coefficiente di rivalutazione dal 2016
anno mese TFR maturato fino al periodo compreso tra coefficiente di rivalutazione (%)
2016 ottobre 15 ott – 14 nov 1,320093
2016 settembre 15 set – 14 ott 1,1950
2016 agosto 15 ago – 14 set 1,220234
2016 luglio 15 lug – 14 ago 0,945093
2016 giugno 15 giu – 14 lug 0,7500
2016 maggio 15 mag – 14 giu 0,6250
2016 aprile 15 apr – 14 mag 0,5000
2016 marzo 15 mar – 14 apr 0,3750
2016 febbraio 15 feb – 14 mar 0,2500
2016 gennaio 15 gen – 14 feb 0,12500

******

 

3) Pubblicate le procedure relative al rimborso della quota I.M.U. Stato
In contanti alla posta o per vaglia. Sono in arrivo i rimborsi dell’Imu. Mandati di pagamento individuali per chi non ha comunicato le proprie coordinate. Le somme non riscosse tornano in Tesoreria per essere ridestinate ai contribuenti creditori. Possono partire i rimborsi ai contribuenti delle quote Imu che, erroneamente, hanno preso la direzione sbagliata, confluendo nelle casse dello Stato anziché in quelle dei Comuni.
Il decreto 26 ottobre 2016 del ministero dell’Economia e delle Finanze, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 264 del 11 novembre 2016 , ne definisce la procedura di restituzione ai cittadini, valida per tutti i tributi locali.
I rimborsi arrivano una volta conclusa l’apposita istruttoria con cui l’amministrazione locale ha verificato la sussistenza del diritto alla restituzione delle somme.
Il dipartimento delle Finanze dispone i mandati sulla base delle liste predisposte con procedura automatizzata dai Comuni, nelle quali sono indicati, per ogni singolo beneficiario, generalità, importo spettante e Iban del conto corrente bancario o postale.
In particolare, il Df emette ordini di pagamento collettivi e, contestualmente, invia alla Banca d’Italia gli estremi per versare le somme sui conti dei singoli destinatari.
Nel caso in cui non siano state segnalate le coordinate bancarie o postali per l’accreditamento dei rimborsi, saranno emessi mandati di pagamento individuali e il rimborso avverrà:
per importi non superiori a mille euro, in contanti presso gli uffici postali, entro il secondo mese successivo a quello di esigibilità
per importi superiori a mille euro, con vaglia cambiario non trasferibile della Banca d’Italia.
Le somme relative a bonifici e vaglia non andati a buon fine o non riscosse entro il …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it