Diario quotidiano del 16 novembre 2016: il regime opzionale per la trasmissione telematica delle fatture diviene più appetibile?

Pubblicato il 16 novembre 2016



1) Deduzione dei costi sostenuti per prestazioni di assistenza legale
2) TFR: aggiornato il coefficiente di rivalutazione per il mese di ottobre 2016
3) Pubblicate le procedure relative al rimborso della quota I.M.U. Stato
4) Fondo di solidarietà per il settore del trasporto aereo
5) Rilascio aggiornamenti del flusso di denuncia DMAG
6) Le violazioni IVA in regime di inversione contabile (o reverse charge)
7) Prestanome sempre condannabile anche se rischia il licenziamento
8) Il regime opzionale per la trasmissione telematica delle fatture diviene più appetibile?
9) Sicurezza sul lavoro: niente responsabilità per lavoratori ospiti
10) Alberghi: per la riduzione della tassa rifiuti serve la licenza stagionale
diario-quotidiano-articoli-71) Deduzione dei costi sostenuti per prestazioni di assistenza legale 2) TFR: aggiornato il coefficiente di rivalutazione per il mese di ottobre 2016 3) Pubblicate le procedure relative al rimborso della quota I.M.U. Stato 4) Fondo di solidarietà per il settore del trasporto aereo 5) Rilascio aggiornamenti del flusso di denuncia DMAG 6) Le violazioni IVA in regime di inversione contabile (o reverse charge) 7) Prestanome sempre condannabile anche se rischia il licenziamento 8) Il regime opzionale per la trasmissione telematica delle fatture diviene più appetibile? 9) Sicurezza sul lavoro: niente responsabilità per lavoratori ospiti 10) Alberghi: per la riduzione della tassa rifiuti serve la licenza stagionale ****   1) Deduzione dei costi sostenuti per prestazioni di assistenza legale Assonime, il 14 novembre 2016, ha pubblicato “Approfondimenti 1-2016” - Note a margine della sentenza della Cassazione n. 19969 dell’11 agosto 2016 in tema di deduzione dei costi sostenuti per prestazioni di assistenza legale. L’approfondimento individua importanti indicazioni fornite dal Giudice di legittimità con la sentenza n. 16969 dell’11 agosto 2016, in merito alla corretta imputazione temporale degli oneri sostenuti per prestazioni di assistenza legale rese nell’ambito di una controversia giudiziale. ******   2) TFR: aggiornato il coefficiente di rivalutazione per il mese di ottobre 2016 Aggiornato il coefficiente di rivalutazione per il mese di ottobre 2016: Le quote di TFR, accantonate al 31 dicembre 2015, vanno rivalutate dello 1,3200%. TFR: il coefficiente di rivalutazione dal 2016 anno mese TFR maturato fino al periodo compreso tra coefficiente di rivalutazione (%) 2016 ottobre 15 ott - 14 nov 1,320093 2016 settembre 15 set - 14 ott 1,1950 2016 agosto 15 ago - 14 set 1,220234 2016 luglio 15 lug - 14 ago 0,945093 2016 giugno 15 giu - 14 lug 0,7500 2016 maggio 15 mag - 14 giu 0,6250 2016 aprile 15 apr - 14 mag 0,5000 2016 marzo 15 mar - 14 apr 0,3750 2016 febbraio 15 feb - 14 mar 0,2500 2016 gennaio 15 gen - 14 feb 0,12500 ******   3) Pubblicate le procedure relative al rimborso della quota I.M.U. Stato In contanti alla posta o per vaglia. Sono in arrivo i rimborsi dell’Imu. Mandati di pagamento individuali per chi non ha comunicato le proprie coordinate. Le somme non riscosse tornano in Tesoreria per essere ridestinate ai contribuenti creditori. Possono partire i rimborsi ai contribuenti delle quote Imu che, erroneamente, hanno preso la direzione sbagliata, confluendo nelle casse dello Stato anziché in quelle dei Comuni. Il decreto 26 ottobre 2016 del ministero dell'Economia e delle Finanze, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 264 del 11 novembre 2016 , ne definisce la procedura di restituzione ai cittadini, valida per tutti i tributi locali. I rimborsi arrivano una volta conclusa l'apposita istruttoria con cui l'amministrazione locale ha verificato la sussistenza del diritto alla restituzione delle somme. Il dipartimento delle Finanze dispone i mandati sulla base delle liste predisposte con procedura automatizzata dai Comuni, nelle quali sono indicati, per ogni singolo beneficiario, generalità, importo spettante e Iban del conto corrente bancario o postale. In particolare, il Df emette ordini di pagamento collettivi e, contestualmente, invia alla Banca d'Italia gli estremi per versare le somme sui conti dei singoli destinatari. Nel caso in cui non siano state segnalate le coordinate bancarie o postali per l'accreditamento dei rimborsi, saranno emessi mandati di pagamento individuali e il rimborso avverrà: per importi non superiori a mille euro, in contanti presso gli uffici postali, entro il secondo mese successivo a quello di esigibilità per importi superiori a mille euro, con vaglia cambiario non trasferibile della Banca d'Italia. Le somme relative a bonifici e vaglia non andati a buon fine o non riscosse entro il secondo mese successivo a quello di esigibilità dovranno essere riversate sull'apposito conto corrente aperto presso la Tesoreria centrale, per la riemissione del pagamento a favore del contribuente creditore. ******   4) Fondo di solidarietà per il settore del trasporto aereo Il termine di decadenza di sei mesi per richiedere il rimborso delle prestazioni integrative del Fondo di solidarietà trasporto aereo e del sistema aeroportuale - connesse ai trattamenti di integrazione salariale straordinaria anticipate dalle aziende ai lavoratori - viene articolato ed esemplificato nel prospetto riepilogativo presente nel nuovo documento: Pubblicata dall’INPS la circolare n. 198 del 14 novembre 2016 - Fondo di solidarietà per il settore del trasporto aereo e del sistema aeroportuale: Prestazioni integrative di trattamenti di integrazione salariale straordinaria anticipate dalle aziende ai lavoratori: termine di decadenza per la richiesta di rimborso dell’anticipazione al Fondo. ******   5) Rilascio aggiornamenti del flusso di denuncia DMAG L’INPS, con il messaggio n. 4539 del 14 novembre 2016 , comunica che, ai fini dell’adeguamento delle procedure degli stakeholders tecnologici, il rilascio degli aggiornamenti del flusso di denuncia DMAG descritti nelle seguenti circolari: circolare n.89 del 24 maggio 2016, riguardante l’Incentivo all’assunzione dei giovani che abbiano svolto o che stiano svolgendo un tirocinio extracurriculare finanziato nell’ambito del Programma Garanzia Giovani (cfr. paragrafo 9.2); circolare n.99 del 13 giugno 2016, riguardante il Nuovo incentivo per l’assunzione di lavoratori con disabilità (cfr. paragrafo 8.2); è rinviato al quarto trimestre 2016; mentre il rilascio degli aggiornamenti del flusso di denuncia DMAG descritti nelle seguenti circolari: circolare n. 90 del 26 maggio 2016, riguardante il Part-time agevolato per i dipendenti del settore privato prossimi alla maturazione del diritto al trattamento pensionistico di vecchiaia ai sensi dell’art. 1, comma 284, della Legge 28 dicembre 2015, n. 208 e del Decreto Ministeriale 7 aprile 2016 (cfr. paragrafo 6.3); circolare 174 del 9 settembre 2016, riguardante l’Implementazione flusso DMAG ai fini dell’accredito della contribuzione figurativa (cfr. paragrafo 1); è rinviato al primo trimestre 2017. ******   6) Le violazioni IVA in regime di inversione contabile (o reverse charge) La Fondazione nazionale commercialisti ha pubblicato i seguenti documenti: 14/11/2016 (in Documenti) di Viviana Capozzi e Martina Manfredonia: A seguito delle recenti modifiche normative del trattamento sanzionatorio delle violazioni inerenti operazioni IVA soggette al regime di inversione contabile (o reverse charge), la FNC ha ritenuto utile offrire una breve panoramica delle novità normative, preceduta da un’attenta analisi delle ragioni che hanno determinato l’intervento riformatore. Breve disamina del falso in bilancio nelle società non quotate 14/11/2016 (in Documenti) di Daniele Baldassarre Giacalone e Sonia Mazzucco: Nel presente documento viene ripercorsa la nuova disciplina del “falso in bilancio” prevista dagli articoli 2621 e seguenti del codice civile, anche alla luce della sentenza n. 22474 delle SS.UU. del 27 maggio 2016, la quale ha sancito che a seguito delle modifiche apportate dalla legge n. 69/2015. La centralità del capitale umano per le imprese 14/11/2016 (in Documenti) di Giovanni Castellani: Un questionario per la valutazione del Welfare aziendale. La premessa alla stabilità della famiglia, base della società e luogo dell’educazione dei figli, è senz'altro il lavoro. Il capitale umano è dunque più prezioso di ogni altra ricchezza aziendale. Nel recente passato l’Italia, come altri Paesi europei. Il trasferimento dell’azienda e delle partecipazioni societarie tramite il patto di famiglia: problemi e questioni 14/11/2016 — (in Documenti). Check list - Novità del DL 193/2016 14/11/2016 — (in Strumenti di Lavoro): Strumento operativo di controllo a supporto dell’attività svolta dai collaboratori negli studi professionali. Guida agli investimenti. Italia-USA 14/11/2016 — (in Strumenti di Lavoro) di Giovanni Castellani. La FNC presenta questa nuova guida all’Internazionalizzazione, ulteriore tappa nel percorso che il Consiglio Nazionale ha voluto avviare diversi anni fa, con l’impegno forte e deciso ad accrescere le competenze e la propensione dei Commercialisti a portare la loro attività professionale anche oltre confine. ******   7) Prestanome sempre condannabile anche se rischia il licenziamento Come ha stabilito la Corte di Cassazione, con la sentenza n. 47972 del 14 novembre 2016, rischia una condanna per frode fiscale il prestanome che firma le fatture false anche se sotto minaccia del licenziamento da parte dell’amministratore di fatto. La scriminante opera infatti solo in caso di denuncia da parte sua dell’attività illecita del gestore. Ma non solo. L’imputato non ha neppure diritto a sconto di pena per l’attenuante del contributo concorsuale di minima importanza. La Corte suprema ha così confermato e reso definitiva la condanna a carico del rappresentante legale di una società palermitana per frode fiscale. Non è servito al reo sostenere la durata del periodo di esercizio dell’attività e la mancanza totale di denunce a carico dell’amministratore di fatto. Dunque, in questo caso non opera, la scriminante dello stato di necessità. Infatti in presenza di questa causa di estinzione del reato l’imputato ha deve dimostrare di avere agito per insuperabile stato di costrizione, avendo subito la minaccia di un male imminente non altrimenti evitabile, e di non aver potuto sottrarsi al pericolo. Nessun sconto di pena: La circostanza attenuante del contributo concorsuale di minima importanza ex art. 114 cpp trova applicazione laddove l’apporto del correo risulti così lieve da apparire trascurabile. ******   8) Il regime opzionale per la trasmissione telematica delle fatture diviene più appetibile? In vista dell’approssimarsi, dal 1' gennaio 2017, della scelta o meno di aderire al regime per la trasmissione telematica delle fatture e dei corrispettivi, il Legislatore tenta di stuzzicare “l’appetito” dei contribuenti. Difatti, sarebbe stato inserito un emendamento parlamentare al D.L. 193/2016 sul regime opzionale (D.Lgs. 127/2015). Con tale intervento, l’ulteriore vantaggio viene ad essere, sostanzialmente i seguenti: - Il termine per l’accertamento fiscale scende da 5 anni a tre anni (viene a decadere il 31 dicembre del terzo anno successivo alla presentazione della dichiarazione). Tuttavia, tutti i pagamenti di importo superiore a 30 euro dovranno essere effettuati e ricevuti mediante bonifico bancario o postale, carta di debito o carta di credito, ovvero assegno bancario, circolare o postale recante la clausola di non trasferibilità. *** Confermata la detrazione IVA per le auto al 40% E’ stata pubblicata sulla Gazzetta dell’UE la decisione di esecuzione che concede la misura di deroga fino al 31 dicembre 2019. Con la decisione di esecuzione n. 1982 dell’8 novembre 2016, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea del 12 novembre, il Consiglio dell’Unione ha autorizzato l’Italia a continuare ad applicare, fino al 31 dicembre 2019, una misura speciale di deroga alle disposizioni della Direttiva 2006/112/CE in tema di limiti alla detrazione dell’IVA assolta sull’acquisto di alcune tipologie di mezzi di trasporto. ******   9) Sicurezza sul lavoro: niente responsabilità per lavoratori ospiti La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 47977 del 14 novembre 2016, ha stabilito che il datore di lavoro non è responsabile penalmente per la mancata formazione in materia di sicurezza sul luogo di lavoro, del lavoratore che si trovava sul suo cantiere, se questi non è dipendente dell’impresa, ma un lavoratore autonomo assoldato per delle lavorazioni specifiche. La Cassazione nel merito degli obblighi di formazione e informazione dei lavoratori in carico al datore di lavoro, stabilendo che la responsabilità di questi è riscontrabile verso i lavoratori dipendenti ma non, di fatto, nei confronti di un lavoratore autonomo. ******   10) Alberghi: per la riduzione della tassa rifiuti serve la licenza stagionale Tassa rifiuti: senza licenza stagionale nessuna riduzione. Lo stabilisce la Corte di Cassazione con la sentenza n. 22756 del 2016. Se la struttura è dotata di licenza annuale, non basta la sola denuncia di chiusura invernale, senza allegazione e prova della concreta inutilizzabilità della struttura, per beneficiare della riduzione o esenzione della tassa rifiuti. A tal fine, dovrà essere richiesta la licenza stagionale. Nell’ambito della controversia riguardante l’avviso di pagamento relativo alla tassa sui rifiuti emesso nei confronti di una struttura alberghiera, la Corte di Cassazione ha affermato che la chiusura invernale, di per sé, non può ritenersi sufficiente ad integrare la condizione di inutilizzabilità prevista dalla normativa ai fini del riconoscimento della disapplicazione della tassa. Vincenzo D’Andò