Il presupposto per il pagamento dell'Irap - rassegna giurisprudenziale del mese di ottobre

Premessa

Esserci lasciasti alle spalle il mese di settembre, dedicato all’invio delle dichiarazioni, ci permette di concentrarci al meglio su alcune scelte da effettuare per conto dei clienti alla luce della evoluzione giurisprudenziale. Mi riferisco in particolare al tema della assoggettabilità ad Irap del professionista o impresa. Tale aspetto viene ripreso dopo quasi un anno dall’ultima rassegna (pubblicata in luglio e settembre 2015), nel quale si sono succedute interessanti sentenze riguardanti ambiti finora poco “esplorati”.

**********************

 

Presunzione Irap negli studi associati

In tema di IRAP, deve ritenersi presunto, dinanzi ad uno studio associato tra professionisti, il requisito dell’autonoma organizzazione quale presupposto impositivo del tributo.

(Cassazione, sezione V civile, sentenza n. 25313/2014)

 

Irap per l’avvocato con segretaria

L’assunto dell’Ufficio Agenzia delle Entrate è condivisibile laddove afferma che nel caso di specie, l’attività professionale di avvocato svolta dal contribuente, essendo organizzata con l’ausilio di una segretaria, debba essere ricompresa tra quelle tassabili ai fini irap. Infatti, la Corte di Cassazione ( Sent. n. 18749 del 2014 ) ha confermato anche di recente che ” in tema di irap, il requisito dell’autonoma organizzazione, presupposto d’imposta, ricorre quando il contribuente che eserciti attività di lavoro autonomo: a) sia, sotto qualsiasi forma, il responsabile dell’organizzazione, senza essere inserito in strutture organizzative riferibili ad altrui responsabilità ed interesse; b) impieghi beni strumentali eccedenti le quantità che, secondo l'”id quod plerumque accidit”, costituiscono nell’attualità il minimo indispensabile per l’esercizio dell’attività anche in assenza di organizzazione, oppure si avvalga in modo non occasionale di lavoro altrui”. Pertanto, nel caso di specie, in cui risulta che il contribuente si è avvalso stabilmente di una segretaria, alle sue dipendenze anche in anni precedenti, deve ritenersi ravvisabile il requisito dell’autonoma organizzazione, pur in assenza di spese per la locazione dello studio e l’utilizzo di beni strumentali eccedenti le quantità che, secondo l’id quod plerumque accidit, costituiscono il minimo indispensabile per l’esercizio dell’attività professionale di avvocato.

(Commissione Tributaria Regionale Lazio, sezione IX, sentenza n. 7507/2014)

 

Criteri di determinazione dell’autonoma organizzazione

L’esistenza di un’autonoma organizzazione, che costituisce il presupposto per l’assoggettamento ad Irap dei soggetti esercenti arti o professioni, postula che l’attività abituale del professionista si avvalga di una organizzazione dotata di un minimo di autonomia che potenzi ed accresca l’attività produttiva. A tal fine devono ritenersi rilevanti nella valutazione della sussistenza dell’autonoma organizzazione in capo al contribuente le spese sostenute dal contribuente, quali desumibili dal Quadro RE della dichiarazione dei redditi, relative a lavori di ristrutturazione e di arredo dello studio professionale del contribuente, in quanto strumentali all’attività professionale svolta.

(Cassazione, sezione V civile, sentenza n. 8638/2015)

 

Irap e studi con praticanti

La presenza in uno studio professionale di praticanti non è sufficiente di per sé a determinare quella stabile organizzazione che comporta la sottoposizione ad IRAP, giacché l’utilizzo di un collaboratore che non sia già lui stesso abilitato alla professione non può ravvisare un principio di organizzazione, posto che l’apprendista non partecipa alla formazione del reddito in modo autonomo, ma sta compiendo il suo iter formativo, esattamente come il praticante.

(Commissione Tributaria Regionale Lombardia, sezione XXXVI, sentenza n. 6701/2014)

 

Irap e dipendente part time

La collaborazione di un inserviente part-time non è di per se stessa sufficiente, …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it