Il ravvedimento operoso per Unico 2016

diario-quotidiano-articoli-11Il 22 agosto è suonata la “campana finale” per il versamento di imposte e contributi per i contribuenti soggetti agli studi di settore.

Chiunque non avesse provveduto può sempre utilizzare il ravvedimento operoso l’istituto che permette già da anni, ai contribuenti di “sanare” spontaneamente alcuni errori e dimenticanze. Questo utilissimo strumento (pensato anche per facilitare la “compliance fiscale” e ridurre gli ambiti del contenzioso tributario) consente di pagare meno caro un proprio errore grazie ad una riduzione di interessi e sanzioni fino a che non intervenga la ben più onerosa Agenzia dell’Entrate o peggio ancora Equitalia.

Appare interessante ora trattare un caso concreto utilizzando un tool excel dedicato (disponibile sul sito del Commercialista Telematico).

CASO

Ipotizziamo che l’Avv. Azzeccagarbugli si sia dimenticato di versare il saldo IRPEF (per semplicità ipotizziamo che opti per il metodo previsionale e decida di non versare acconti). Stando ai calcoli emersi dalla compilazione del suo Unico 2016, il contribuente doveva versare all’Erario euro 3.429 entro il 22 agosto 2016. Si accorge del suo errore e decide di versare quanto dovuto il giorno 16 settembre 2016 (con esattamente 25 giorni di ritardo rispetto alla scadenza) ricorrendo al ravvedimento operoso “breve” utilizzabile tra il 15° ed il 30° giorno di ritardo dalla scadenza ufficiale che comporta una sanzione fissa pari a 1,5 % dell’omesso versamento oltre che il calcolo degli interessi legali.

Ecco di seguito quanto dovrà pagare il contribuente ed i calcoli da effettuare:

  • IRPEF pari ad euro 3.429

  • Sanzione pari ad euro 51,44 (3.429*1,50%)

  • Interessi legali pari ad euro 0,49 (3.429*0,2%*25gg)/365

Il contribuente dovrà quindi pagare complessivamente euro 3.480,92, di cui soli euro 51,93 di ravvedimento–>

Continua a leggere nel PDF–>

IL TOOL

Tutti i calcoli e le immagini di questo articolo sono state tratte dal software “Ravvedimento Plus” che vanta già centinaia di download da utenti che ne hanno riconosciuto l’utilità per velocizzare il calcolo del ravvedimento operoso e ridurre gli errori.

Il software, creato interamente con Microsoft Excel e senza l’utilizzo di macro, è in vendita sul sito del Commercialista Telematico, raggiungibile cliccando QUI!

6 settembre 2016

Alessandro Mattavelli


Partecipa alla discussione sul forum.