Misure per l’accelerazione delle procedure esecutive e concorsuali

Questa notizia fa parte del diario dell’11 luglio 2016
Assonime, con la nota del 08 luglio 2016, si sofferma sull’avvenuta pubblicazione, sulla Gazzetta Ufficiale n. 153 del 2 luglio 2016, della legge 30 giugno 2016, n. 119 che ha convertito con modificazioni il decreto legge 3 maggio 2016, n. 59 con il quale sono state introdotte disposizioni urgenti in materia di procedure esecutive e concorsuali, nonché a favore degli investitori di banche in liquidazione.
Accelerazione dei tempi di recupero del credito
Al fine di accelerare i tempi di recupero del credito e di agevolare la gestione dei crediti bancari deteriorati il decreto aveva introdotto:
– l’istituto del pegno non possessorio su beni mobili destinati all’esercizio dell’impresa;
– la facoltà di stipulare contratti di finanziamento tra istituti finanziari e imprese con cessione automatica del bene immobile posto a garanzia in caso di inadempimento significativo del debitore (cd. “patto marciano”);
– modifiche al codice di procedura civile in materia di esecuzione forzata;
– alcune modifiche alla legge fallimentare;
– un registro elettronico delle procedure esecutive e concorsuali.
Rispetto alle misure previste dal decreto legge la legge di conversione ha introdotto alcune rilevanti modifiche.
Garanzie
In particolare, con riguardo alla disciplina delle garanzie le principali modifiche hanno riguardato:
– la possibilità di costituire il pegno non possessorio anche su beni immateriali e crediti;
– l’attribuzione all’iscrizione del pegno nel registro tenuto dall’Agenzia dell’entrate del valore di pubblicità dichiarativa in luogo di quella costitutiva originariamente prevista;
– il riconoscimento in capo al debitore o al terzo concedente il pegno non possessorio del diritto di opposizione in relazione alle modalità di escussione della garanzia;
– l’introduzione di una procedura per garantire la consegna del bene oggetto del pegno da parte del debitore in caso di …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it