L’esenzione IMU dei terreni agricoli in caso di fusione di comuni

Pubblicato il 15 luglio 2016

il MEF fornisce chiarimenti in merito all’esenzione dall’IMU per i terreni agricoli ricadenti nei comuni che per effetto di una fusione, anche per incorporazione, non risultano nell’elenco ISTAT

La circolare n. 4/DF del 14 luglio 2016 del Ministero dell’Economia e delle Finanze fornisce chiarimenti in merito all’esenzione dall’IMU prevista dalla legge di stabilità 2016 per i terreni agricoli ricadenti nei comuni che per effetto di una fusione, anche per incorporazione, non risultano nell’elenco allegato alla circolare n. 9 del 14 giugno 1993 e risolve, altresì, il caso particolare dell’errata classificazione di un comune nel medesimo elenco.

Come è noto, l’art. 1, comma 13 della L. 28 dicembre 2015, n. 208 (Legge di stabilità 2016) dispone la nuova esenzione dall’imposta municipale propria (IMU) a decorrere dall’anno 2016.

Difatti, le misure di favore introdotte dalla legge di stabilità 2016 per i terreni agricoli hanno esplicitamente ripristinato i criteri contenuti nella circolare n. 9 del 1993.

Fusion