INPS – Il calcolo delle sanzioni civili

di Massimo Pipino

Pubblicato il 11 luglio 2016



dedichiamo 11 pratiche slides alle modalità di calcolo delle sanzioni INPS: le formule, il tasso d'interesse applicato, i mancati pagamenti in caso di procedura concorsuale...
scontrino-fiscale-storiaÈ di fondamentale importanza, alla luce dei criteri per valutare la regolarità contributiva, che, ove dovuti, gli importi a titolo di sanzione siano stati versati nella misura corretta. La materia attualmente è disciplinata dall’articolo 116, comma 8°, della Legge n. 388/2000 (la “Legge finanziaria 2001”) e prevede sostanzialmente due diversi regimi sanzionatori, da calcolarsi in ragione d’anno, pari al:
  • tasso di interesse sulle operazioni di rifinanziamento principali dell’Eurosistema (ORP) maggiorato di 5,5 punti, fino al 40% dell'importo dei contributi o premi non corrisposti entro la scadenza di legge, da applicarsi nel caso di  «omissione contributiva» (lettera A) o oggettive incertezze connesse a contrastanti orientamenti giurisprudenziali o amministrativi sulla ricorrenza dell’obbligo contributivo, successivamente riconosciuto in sede giudiziale o amministrativa, sempreché il versamento dei contributi o premi sia effettuato entro il termine fissato dagli enti impositori;
  • 30% dell'importo dei contributi o premi non corrisposti entro la scadenza di legge, fino al 60% degli stessi, da applicarsi nel caso di “evasione contributiva” (lettera B).
Continua a leggere nel PDF-->
Scarica il documento