Riforma della revisione legale dei conti in vigore dal 5 agosto 2016 - Diario quotidiano del 25 luglio 2016

 

Indice:

1) Studi di settore: le “multiattività”

2) Animali domestici senza cinture in auto

3) Consulta: anche le vetture storiche devono parere il bollo auto

4) Riforma revisione legale dei conti in vigore dal 5 agosto 2016: debutta lo scetticismo professionale

5) Jobs Act: maggiori tutele per il lavoro autonomo

6) IVA: aliquota applicabile alle prestazioni rese dalle cooperative sociali

7) Dal 22 luglio 2016 in vigore nuove regole per lavoratori distaccati

8) Procedura rimborsi tributi locali

9) Revoca della sospensione dell’attività imprenditoriale: precisazioni ministeriali

10) Su facebook il Fisco piace?

 

 

1) Studi di settore: le “multiattività”

Spesso nell’attuale periodo di crisi le imprese più che cambiare attività (per evitare di cessarla) mutano la propria natura cominciando ad esercitare anche altri tipi di attività che si affiancano a quella “storica” —> Leggi tutto

 

******

 

2) Animali domestici senza cinture in auto

Il Ministero dei trasporti, con il parere n. 4372 del 13 luglio 2016, ha affermato che non sono legittime le cinture di sicurezza per cani e gatti trasportati sui veicoli.

L’art. 169, comma 6, del codice della strada prevede che si possa trasportare liberamente un animale domestico, purché non costituisca impedimento o pericolo per la guida. Inoltre, è consentito trasportare animali domestici anche in numero superiore, purché siano custoditi in apposita gabbia o contenitore o nel vano posteriore al posto di guida appositamente diviso da rete o altro analogo mezzo idoneo che, se installati in via permanente, devono essere autorizzati dal competente ufficio provinciale della Direzione generale della Motorizzazione civile. Secondo il Ministero dei trasporti, la locuzione “altro analogo mezzo idoneo” non ha una portata generica tale da includere anche le cinture di sicurezza per cani e gatti, ma deve essere interpretata esclusivamente con riferimento alla rete di separazione del vano posteriore al posto di guida. Pertanto, i sistemi di ritenuta consistenti nelle cinture di sicurezza non possono essere ritenuti legittimi. Gli automobilisti dovranno prestare molta attenzione a tale parere ministeriale, perché in caso di errata sistemazione sul veicolo, eventuali lesioni agli animali domestici trasportati potrebbero configurare anche estremi di reato.

 

******

 

3) Consulta: anche le vetture storiche devono pagare il bollo auto

La Consulta non fa sconti a nessuno: le auto storiche di età compresa tra i 20 e i 29 anni devono pagare il bollo. Ogni «scappatoia» fiscale prevista dalle regioni è illegittima, perché lesiva della competenza legislativa esclusiva dello stato sui tributi erariali.

Lo ha decisola Corte Costituzionale, che con la sentenza n. 199 del 21 luglio 2016, che ha bocciato le agevolazioni previste dalle leggi regionali n. 8/2015 dell’Umbria e n. 14/2015 della Basilicata (nel frattempo corrette dalle stesse regioni). La Legge n. 190/2014 ha infatti eliminato l’esenzione dalla tassa automobilistica per i veicoli e motoveicoli di interesse storico o collezionistico immatricolati da almeno 20 anni ma non più di 30. Il beneficio è rimasto solo per gli esemplari ultratrentennali.

Le due regioni avevano tuttavia mantenuto a certe condizioni il regime di favore, attraverso la sostituzione della tassa automobilistica con una tassa di circolazione forfettaria, e sollevando dall’applicazione di sanzioni e interessi i contribuenti che non avessero osservato i termini per pagare il dovuto. Il governo aveva impugnato le disposizioni ritenendole in contrasto con gli articoli 117 e 119 della Costituzione, che sanciscono i principi di potestà legislativa e autonomia finanziaria degli enti territoriali.

 

******

 

4) Riforma revisione legale dei conti in vigore dal 5 agosto 2016: debutta lo scetticismo …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it