Aiuti di Stato: ecco il nuovo Registro nazionale

Pubblicato il 6 luglio 2016

Parte il rinnovato “Registro nazionale degli aiuti di Stato”, la banca dati di cui si è dotata il MISE, in adempimento agli obblighi comunitari, che consente di espletare le verifiche necessarie al rispetto dei divieti di cumulo e di altre condizioni previste dalla normativa europea

QUESTO ARTICOLO FA PARTE DEL DIARIO DEL 6 LUGLIO 2016

Parte il rinnovato “Registro nazionale degli aiuti di Stato”, la banca dati di cui si è dotata il MISE, in adempimento agli obblighi comunitari, che consente di espletare le verifiche necessarie al rispetto dei divieti di cumulo e di altre condizioni previste dalla normativa europea per la concessione degli aiuti di Stato o degli aiuti “de minimis”. Il Ministero dello Sviluppo Economico con la circolare n. 62871 del 1 luglio 2016, descrive le nuove modalità tecniche per la trasmissione al sistema “Registro Aiuti” delle informazioni relative agli aiuti concessi alle imprese.

In attesa del perfezionamento del Regolamento che disciplinerà il funzionamento del Registro aiuti, già da questo mese sarà disponibile una nuova versione della banca dati, “realizzata nella prospettiva di anticipare i servizi che saranno offerti dal Registro nazionale degli aiuti di Stato”.

A tal fine, viene segnalato il documento “Registro Aiuti - Guida tecnica all’utilizzo del Sistema”, contenente indicazioni per il corretto utilizzo delle funzioni e dei servizi resi disponibili dal Registro. All’interno della Guida sono illustrati i passaggi fondamentali per la registrazione degli Aiuti individuali; sono esposte, passo dopo passo, le sezioni del “Registro Aiuti” con cui è necessario interfacciarsi, tramite un supporto illustrativo di immagini descrittive; sono descritte le ulteriori funzioni avanzate messe a disposizione dal sistema (la gestione della lista Deggendorf, le visure e le verifiche, i documenti di certificazione).

MISE - Circolare 01 luglio 2016, n. 62871

Aggiornamento delle modalità tecniche di