Studi di settore non applicabili in caso di affitto azienda

Questa notizia fa parte del Diario del 30 giugno 2016
Sono escluse dalla disciplina delle società di comodo quelle società che risultano congrue e coerenti ai fini degli studi di settore, anche per effetto di adeguamento nel Modello Unico 2016.
Per quanto riguarda il requisito della coerenza occorre che la società risulti “coerente” nei confronti di tutti gli indicatori. Capita che la società che concede in affitto l’azienda, mantenendo la proprietà dei beni, continua ad avere iscritti nell’attivo del proprio bilancio i relativi asset di bilancio, sui quali vanno applicati i relativi coefficienti di rivalutazione (ad es. 6% nel caso di immobili).
Qualora l’indicatore di coerenza risulta “non calcolabile”, la società pare che venga comunque ritenuta coerente agli studi di settore. Sono altresì escluse dalla disciplina relativa alla perdita sistematica, le società …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in alto a destra. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it