Diario quotidiano del 3 giugno 2016: tante novità sugli studi di settore

 

commercialista-telematico-abbonamentoIndice:

1) In calo l’applicazione degli studi di settore

2) Passa al 30 novembre il termine per l’assegnazione dei beni ai soci e l’estromissione dei beni immobili strumentali dell’imprenditore individuale ?

3) Accertamento per adesione: invito al contradditorio anche per telefono

4) Cessioni di opere di urbanizzazione: esulano dal campo di applicazione Iva

5) Certificati AEO: i chiarimenti delle Dogane

6) Studi di settore: si parte con l’operazione di apertura alle correzioni delle anomalie per triennio 2012-2014

7) Nuovi investimenti: chiarimenti sulle modalità di presentazione dell’istanza di interpello

8) Chiarimenti ministeriali sulla disciplina dell’assegnazione e cessione di beni ai soci

 9) Studi di settore: disponibile il software di compilazione anomalie 2016

10) IMU e TASI – Piattaforme petrolifere installate nel mare territoriale: chiarimenti dal MEF

 

 

1) In calo l’applicazione degli studi di settore

E’ in lieve calo l’applicazione degli studi di settore per il 2014. Il Dipartimento delle Finanze ha, infatti, pubblicato le statistiche su studi di settore, dichiarazioni delle persone fisiche in base al reddito prevalente, dichiarazioni IVA e altri dati trasmessi dai contribuenti nel 2015, relativi al periodo d’imposta 2014.

L’applicazione degli studi di settore nel 2014 ha riguardato 3,6 milioni di soggetti (65% persone fisiche) mostrando una lieve diminuzione (-0,8%) rispetto all’anno precedente.

I ricavi/compensi totali, pari a 713,7 miliardi di euro, presentano una contenuta riduzione rispetto al 2013 (-2,1%) con andamenti non particolarmente differenziati all’interno dei settori. Calano il settore dei servizi (-2,9%), del commercio (-2,5%) e manifatturiero (-1,1%), mentre il settore delle attività professionali presenta un lieve aumento (+0,2%). I ricavi/compensi medi, considerando tutti i soggetti, sono pari a 197.500 euro (-1,3%). Il reddito totale dichiarato è pari a 101 miliardi di euro e mostra, a differenza dei ricavi/compensi, un andamento positivo (+3,1% rispetto al 2013); il reddito medio dichiarato è risultato pari a 25.900 euro per le persone fisiche (+2,2%), a 37.000 euro per le società di persone (+4,1%) e a 26.700 euro per le società di capitali ed enti (+12,3%).

Considerando i dati in relazione all’attività esercitata, si registra il reddito medio dichiarato più elevato nel settore delle attività professionali (41.600 euro, anche se in flessione dell’1,2% rispetto al 2013).

Parametri al capolinea. Viene, infatti, confermato il lento, ma inesorabile declino, dello strumento presuntivo il cui utilizzo, causa il perdurare della crisi economica, potrebbe risultare ancor meno sostenibile rispetto al passato.

******

 

2) Passa al 30 novembre il termine per l’assegnazione dei beni ai soci e l’estromissione dei beni immobili strumentali dell’imprenditore individuale ?

Passa al 30 novembre prossimo il termine ultimo per eseguire l’assegnazione agevolata dei beni d’impresa o l’estromissione dei beni immobili strumentali dell’imprenditore individuale. Prevista anche l’abolizione della tassa sui libri contabili per le newco.

Queste alcune delle anticipazioni di organi di stampa sul prossimo «decreto competitività» ancora da emanare.

Estromissioni agevolate

La misura prevede lo spostamento, dal 30/9/2016 al 30/11/2016, del termine per la stipula dell’atto di trasferimento ai soci (immobili e mobili registrati), di cui alla legge 208/2015 (Stabilità 2016), che appartengono all’impresa, «viste le varie problematiche interpretative» e, l’assenza degli «opportuni chiarimenti» ministeriali. Spostato in avanti il primo termine di pagamento dell’imposta sostitutiva (8% o 10,5% se società di comodo) ovvero quello relativo al versamento della quota pari al 60%, dal 30/11/2016 al 16/12/2016. Inoltre, viene prorogato anche il termine per l’estromissione degli immobili…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it