Diario quotidiano del 20 giugno 2016: in Gazzetta Ufficiale la proroga dei versamenti di UNICO 2016

 

Indice:

1) Aggiornato il software Irap/2016

2) Controllo formale modelli 730/2014: richieste inviate direttamente a Caf e professionisti

3) Convenzione per l’istituzione di un PCS presso Pubbliche Amministrazioni

4) Equitalia: danno da stress non risarcibile

5) Proroga versamenti Unico 2016 in Gazzetta Ufficiale

6) Il decorso del tempo non evita l’applicazione dell’Iva sui beni destinati a finalità estranee all’impresa

7) Split payment Iva: nessun problema di costituzionalità

8) Disposizioni in materia di trasparenza

9) Depositi fiscali di stoccaggio di gpl: semplificazione delle procedure di accertamento

10) Modello F24: istituita causale contributo INPS per il recupero della contribuzione derivante dai Fondi di solidarietà

 

 

1) Aggiornato il software Irap/2016

L’Agenzia delle entrate, il 16 giugno 2016, ha aggiornato, sul proprio sito internet, il software di compilazione e di controllo Irap/2016. Si tratta della versione 1.0.1 del 16/06/2016.

Ecco gli aggiornamenti:

– Corretto il controllo dei campi IC30 e IC42 affinché accettano anche importi negativi

– Corretto il controllo tra IQ33 e i maggiori ricavi

– Corretto il riporto di IS87, col. 2 e IS87 col. 1

– Corretto il controllo del limite del campo IS2

– Corretto il controllo del campo IR1, col. 10.

Software di compilazione: Versione 1.0.1 del 16/06/2016:

– Corretto il controllo dei campi IC30 e IC42 affinché accettano anche importi negativi

– Corretto il controllo tra IQ33 e i maggiori ricavi

– Corretto il riporto di IS87, col. 2 e IS87 col. 1

– Corretto il controllo del limite del campo IS2

– Corretto il controllo del campo IR1, col. 10

– Corretti problemi di stampa sul frontespizio e della casella esonero del quadro IS

– Corretta la dicitura della splash screen da IRAP 2015 a IRAP 2016.

 

******

 

2) Controllo formale modelli 730/2014: richieste inviate direttamente a Caf e professionisti

Verifiche art. 36-ter Dpr 600/1973: Le richieste di chiarimenti, sui modelli relativi al periodo d’imposta, 2013 arriveranno direttamente ai centri di assistenza fiscale e ai professionisti.

Le richieste di documenti e di chiarimenti, relative alle dichiarazioni, presentate con il modello 730/2014 con visto di conformità per l’anno d’imposta 2013, trasmesse per il tramite dell’assistenza fiscale dei Caf-dipendenti e dei professionisti abilitati, sono inviate telematicamente, almeno sessanta giorni prima della comunicazione al contribuente, al responsabile dell’assistenza fiscale o al professionista che hanno rilasciato il visto di conformità. Questi, ovvero, i soggetti obbligati alla conservazione delle dichiarazioni e della relativa documentazione a base del visto di conformità, dovranno provvedere alla trasmissione telematica, entro trenta giorni, della documentazione e dei chiarimenti richiesti, all’Agenzia delle entrate utilizzando il canale Civis. Sono queste le modalità per il controllo formale, di cui all’articolo 36-ter del Dpr 600/1973, delle dichiarazioni relative al periodo d’imposta 2013 trasmesse per il tramite dell’assistenza fiscale dei Caf-dipendenti e dei professionisti abilitati, contenute nel provvedimento dell’Agenzia delle Entrate del 1° giugno 2016. I rappresentanti dell’assistenza fiscale ricevono l’elenco delle richieste di documenti e chiarimenti contestualmente alle ordinarie comunicazioni informative dell’avvio del controllo effettuate dalle direzioni regionali. Le richieste in merito a elementi soggettivi della dichiarazione, che non costituiscono materia di visto di conformità, per le quali i Caf-dipendenti – e i professionisti – non possono fornire riscontro, sono inviate direttamente ai contribuenti interessati. Le modalità, esposte nel provvedimento, si applicano per l’assistenza fiscale prestata fino al 31 dicembre 2014, perché, in materia di semplificazione …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it