Diario quotidiano del 10 giugno 2016: Equitalia verrà assorbita dalle Entrate entro agosto?

Pubblicato il 10 giugno 2016

1) Compensi amministratori: non basta la delibera assembleare che approva il bilancio
2) Decreto lavoratori “rimpatriati” in G.U.
3) Società tra avvocati: la figura del socio di investimento
4) Equitalia verrà assorbita dalle Entrate entro agosto?
5) Bonus ristrutturazioni: ok all’invio anche a fine lavori
6) Immissione di prodotti siderurgici sotto stretta sorveglianza
7) Installazione di impianti elettrici: linee guida per le imprese che operano nella U.E.
8) Zona franca in Lombardia: codice tributo per fruire delle agevolazioni fiscali nel Mod F24
9) Tobin Tax: anche la Croazia garantisce lo scambio di informazioni e l’assistenza al recupero crediti
10) Per le prestazioni gratuite non occorre la fattura: annullato l’avviso dell’Agenzia delle entrate
 
diario-quotidiano-articoli-7Indice: 1) Compensi ai manager: non basta la delibera assembleare che approva il bilancio 2) Decreto lavoratori “rimpatriati” in G.U. 3) Società tra avvocati: si delinea meglio la figura del socio di investimento 4) Equitalia verrà assorbita dalle Entrate entro agosto? 5) Bonus ristrutturazioni: ok all’invio anche a fine lavori 6) Immissione di prodotti siderurgici sotto stretta sorveglianza 7) Installazione di impianti elettrici: linee guida per le imprese che operano nella U.E. 8) Zona franca in Lombardia: ecco il codice tributo per fruire delle agevolazioni fiscali nel Mod F24 9) Tobin Tax: anche la Croazia garantisce lo scambio di informazioni e l’assistenza al recupero crediti 10) Per le prestazioni gratuite non occorre la fattura: annullato l’avviso dell’Agenzia delle entrate
  1) Compensi ai manager: non basta la delibera assembleare che approva il bilancio Non sono deducibili i compensi corrisposti dalla società di capitali ai propri amministratori qualora siano stati deliberati dall’assemblea dei soci in sede di approvazione del bilancio. Il Fisco pretende l’approvazione con una delibera a se stante. Tutto questo con l’avallo della Corte di Cassazione, nella sentenza n. 11779 del 8 giugno 2016. Sono, quindi, indeducibili i compensi degli amministratori che non siano approvati con una specifica delibera assembleare anche per le Srl a ristretta base sociale, non essendo sufficiente una mera deliberazione di approvazione del bilancio. Quest’ultima, pur se contenente la posta relativa ai compensi degli amministratori, non è idonea ai predetti fini, salvo il caso in cui l’assemblea convocata solo per approvazione del bilancio non abbia espressamente discusso e approvato anche la proposta di determinazione di tali compensi. Nel caso di specie, una società riceveva alcuni avvisi di accertamento con cui venivano ripresi a tassazione i compensi erogati agli amministratori. In particolare, secondo l’Agenzia tali compensi dovevano considerarsi indeducibili in assenza di specifica delibera assemblare. La società impugnava il provvedimento innanzi la competente Ctp che accoglieva il ricorso. La pronuncia veniva confermata anche dalla Ctr, adita dall’Ufficio. Secondo i giudici di merito, infatti, trattandosi nella specie di società di capitali a ristretta base (due soci ed amministratori), l’assemblea in cui veniva approvato il bilancio poteva contenere anche argomenti non inseriti all’ordine del giorno. Pertanto, i compensi agli amministratori potevano essere validamente approvati, anche implicitamente, con l’assemblea di approvazione del bilancio. L’Amministrazione finanziaria ricorreva in Cassazione, ribadendo essenzialmente la indeducibilità dei compensi erogati agli amministratori della società, in assenza di una delibera assembleare apposita e specifica. A tal proposito, richiamava la sentenza n. 21933/2008 della Corte di Cassazione a Sezioni unite, che aveva specificato che la delibera dell’assemblea che approva il bilancio non può essere considerata sostitutiva dell’apposita delibera in merito ai compensi da corrispondere al Consiglio di Amministrazione. Dunque, la Suprema Corte ha ribadito il proprio, rigido, orientamento in materia. Occorre perciò una specifica delibera, preventiva, assembleare contenente nell’ordine del giorno la determinazione, per il periodo d’imposta, del compenso spettante agli amministratori.   ******   2) Decreto lavoratori “rimpatriati” in G.U. E’ s