Nuovi chiarimenti sul regime forfettario

Abbiamo a disposizione un ottimo file Excel per simulare la convenienza del regime

Come noto il Legislatore con l’articolo 1 – commi da 54 a 89 – della Legge n. 190/2014, ha introdotto un regime semplificato di determinazione dei redditi derivanti dallo svolgimento dell’attività d’impresa o professionale per i soggetti economici di minori dimensioni.
Per rientrare in tale disciplina, denominata “regime forfetario”, è necssario che le persone fisiche esercenti attività d’impresa/lavoro autonomo rispettino determinati requisiti che verranno approfoniti nel prosiego del presente lavoro.
Tuttavia va sottolineato che recentemente il regime in parola è stato oggetto di alcune modifiche ad opera dell’articolo 1, commi da 53 a 55, del ddl Stabilità 2016, approvati dalla Legge 28 dicembre 2015, n. 208 (Legge di Stabilità per il 2016), commi da 111 a 113. In conseguenza di tali interventi legislativi a decorrere dal 1° gennaio 2016 il precedente regime, cosiddetto “dei minimi” (nonché gli altri regimi agevolati per le piccole attività economiche ovvero: il regime delle le nuove attività produttive, il regime fiscale di vantaggio, in vigore dal 1° gennaio 2012, che aveva assorbito il regime dei contribuenti minimi, il regime contabile agevolato) è soppresso anche se resta comunque in vigore fino alla relativa scadenza naturale, ossia al termine del quinquennio dall’inizio attività o al compimento del 35° anno di età, sia per coloro che già lo applicavano, sia per coloro che, avendone i requisiti, hanno iniziato l’attività entro la fine del 2015. Il regime forfetario introdotto dalla Legge di Stabilità 2016 in esame, che in qualche modo sostituisce il precedente regime dei minimi, è il regime naturale delle persone fisiche che esercitano un’attività di impresa, arte o professione in forma individuale, purché siano in possesso dei requisiti stabiliti dal comma 54 e, contestualmente, non incorrano in una delle cause di esclusione …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it