Diario quotidiano del 25 maggio 2016: niente redditometro se la casa è stata acquistata con denaro del futuro marito

 

diario-quotidiano-articoli-8Indice:

1) Installazione dell’insegna della parafarmacia

2) Niente redditometro se la casa è stata acquistata con denaro del futuro marito

3) Abuso diritto: é il Fisco che deve dimostrare che l’operazione eseguita dall’impresa è antieconomica

4) Per la notifica della cartella serve l’avviso di ricevimento in originale

5) In G.U. il Decreto sui nuovi contratti di mutuo

6) Nuova modulistica per il Registro Imprese: pubblicate in G.U. le istruzioni

7) “school bonus”: in G.U. le modalità attuative del credito d’imposta

8) Amministratori giudiziari: domanda online dal 30 maggio 2016, niente più cartaceo

9) Esenzione IMU sui terreni agricoli estesa ai familiari coadiuvanti

10) Incentivo all’assunzione dei giovani: chiarimenti dall’Inps

11) INAIL: Autoliquidazione 2015/2016 giugno; servizi on-line

12) Riduzione reale e attuazione anticipata con il consenso dei creditori: un nuovo studio del Notariato

 

 

1) Installazione dell’insegna della parafarmacia

Il Tar Toscana, con la sentenza 520/16, ha stabilito che la parafarmacia può installare l’insegna a bandiera all’esterno del negozio, esattamente come la farmacia, anche nel centro storico della città. Solo che la croce nel primo caso è blu e nel secondo verde. Nessuna discriminazione è possibile nel regolamento comunale che disciplina il commercio perché anche la parafarmacia svolge un servizio di pubblica utilità vendendo le medicine disponibili senza ricetta sanitaria e dunque deve potersi segnalare agli utenti al pari di altre strutture come ospedali e ambulatori.

******

 

casaride2) Niente redditometro se la casa è stata acquistata con denaro del futuro marito

Niente redditometro se la casa è stata acquistata con denaro proveniente dal futuro marito.

Lo ha stabilito la Corte di Cassazione Tributaria, con la sentenza n. 10474 del 20 maggio 2016.

Se la contribuente afferma di aver ricevuto i soldi per l’acquisto dell’appartamento dall’uomo che poi sarebbe diventato suo marito, il giudice non può decidere la causa a favore del Fisco senza un’adeguata motivazione in ordine al perché abbia ritenuto non esaustive le prove documentali (quali gli assegni circolari e le dichiarazioni sostitutive dell’atto di notorietà) fornite allo scopo di confutare la ricostruzione sintetica del reddito.

******

 

3) Abuso diritto: é il Fisco che deve dimostrare che l’operazione eseguita dall’impresa è antieconomica

Come ha stabilito la Corte di Cassazione, con la sentenza n. 10458 del 20 maggio 2016, l’Amministrazione finanziaria deve precisare al meglio gli aspetti e le particolarità che fanno ritenere l’operazione priva di reale contenuto economico diverso dal risparmio d’imposta.

E questo anche se al contribuente compete l’onere di giustificare l’esistenza delle ragioni economiche alternative o concorrenti di reale spessore che giustifichino operazioni in quel modo strutturate.

Il ricorso per cassazione è stato proposto dall’Agenzia delle entrate che riteneva viziata, sotto diversi aspetti, la decisione della CTR di annullare l’accertamento ex art. 37-bis D.P.R. 600/73 in relazione all’acquisto di quote di una Srl – proprietaria di un terreno al quale la contribuente era interessata – in luogo dell’acquisto del solo terreno.

******

 

4) Per la notifica della cartella serve l’avviso di ricevimento in originale

Cartella esattoriale: l’avviso in fotocopia non prova la notifica. La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 8861/2016, in tema di notifica della cartella di pagamento per mezzo del servizio postale, afferma che soltanto l’avviso di ricevimento prodotto in originale è documento idoneo a comprovare l’avvenuta notifica, quando il contribuente abbia espressamente contestato la conformità del documento prodotto in fotocopia e la eventuale sottoscrizione apposta. In tal modo la Corte, bocciando la sentenza della…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it