Click day bando ISI INAIL: oggi si parte


ORDINATEURScatta oggi il click day per il bando ISI INAIL 2015, per poter accedere agli incentivi messi a disposizione per il finanziamento di progetti diretti al miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Infatti, la domanda di ammissione potrà essere inoltrata oggi 26 Maggio 2016 dalle ore 16 fino alle ore 16.30. Quindi, il canale telematico per l’inoltro delle domande resterà aperto solo mezz’ora L’invio telematico della domanda di finanziamento consiste nell’inoltro del codice identificativo, che poteva essere ottenuto con la procedura di download reso disponibile dallo scorso 12 maggio. Per l’ammissione al contributo è determinante l’ordine di arrivo delle domande registrato dai sistemi informatici INAIL.

Requisiti

Le imprese dovranno disporre per poter partecipare al click day , oltre al codice identificativo valido, di un PC, collegato ad Internet, con installato uno tra i seguenti web browser:

– Internet Explorer 8 o versioni successive;

– Firefox o Chrome 31 o versioni successive;

– Safari 7.1 o versioni successive.

L’utilizzo di altri browser non assicura la corretta apertura oppure la visione integrale della pagina del click-day.

Procedura per invio domande

Premesso che, per l’invio telematico della domanda di finanziamento è stato predisposto un apposito canale di accesso allo sportello informatico.

Infatti, al fine di accedere a tale sportello informatico, le imprese, dalle ore 15 del 19 maggio 2016, collegandosi al sito www.inail.it, possono autenticarsi e, tramite la sezione Utilizza del canale SERVIZI ONLINE, possono richiamare l’applicazione INCENTIVI ALLE IMPRESE – ISI, presente come voce del menù di sinistra e già utilizzata per la compilazione della domanda.

Scegliendo tale voce di menù, si può accedere alla pagina contenente l’indirizzo relativo al canale di accesso allo sportello informatico. L’indirizzo dovrà essere copiato e conservato a cura dell’utente. Questo è importante, perché consentirà, il giorno dell’invio, di non dover accedere al portale www.inail.it.

L’indirizzo acquisito permetterà di richiamare la pagina di accesso allo sportello informatico che sarà disponibile a partire dalle ore 15 del 26 maggio.

Cinque minuti prima dell’inizio del click day, quindi alle 15.55 del 26 maggio, nella parte inferiore della pagina, apparirà il link con l’indirizzo della pagina per. Cliccando su tale link si accederà alla pagina di invio.

Invio della domanda

Come previsto, a partire dalle ore 16 alle ore 16,30 del 26 maggio – sarà visualizzabile, aggiornando la pagina, il modulo contente, tra l’altro, il campo di testo dove inserire il codice identificativo di 65 caratteri ottenuto al termine della fase di compilazione della domanda.

Per effettuare l’invio si dovrà:

– inserire il codice identificativo (il primo carattere del codice identificativo può essere il segno “+” o il segno “-” e tale carattere è parte integrante del codice identificativo stesso;

– inserire altre informazioni richieste negli ulteriori campi presenti nella pagina. La richiesta di inserire uno o più ulteriori testi è finalizzata ad impedire l’uso di strumenti automatizzati. L’Inail specifica che le risposte ai quesiti saranno di uguale lunghezza e difficoltà;

– cliccare sul tasto “Invia”.

Il codice sarà così spedito ai sistemi Inail. Alla fine dell’operazione di invio correttamente eseguita, verrà visualizzato un messaggio di presa in carico. Il tempo di arrivo sarà rilevato sui sistemi utilizzati dall’Ente.

Pubblicazione elenchi domande presentate

Gli elenchi di tutte le richieste inoltrate, distinti per regione, verranno pubblicati sul sito INAIL entro 7 giorni dalla chiusura della sessione di invio.

Le graduatorie metteranno in evidenzia l’ora di ricezione della domanda ed i progetti che, in base alle risorse disponibili, risultano assegnatari di contributi.

A partire dal giorno successivo, le imprese avranno 30 giorni di tempo per trasmettere alla sede INAIL competente la documentazione integrale richiesta, usufruendo della casella Pec, preventivamente dichiarata nella domanda.

Ovviamente, la mancata presentazione della domanda entro il predetto termine dei 30 giorni comporta la decadenza della domanda stessa.

26 maggio 2016

Giovanna Greco


Partecipa alla discussione sul forum.