Diario quotidiano del 7 aprile 2016: niente iscrizione di ipoteca immobiliare per valori che eccedono la cautela

niente iscrizione ipoteca immobiliare per valori che eccedano la cautela; contabilità armonizzata negli enti territoriali: delibera in G.U.; rapporti fiscali con Taiwan: comunicato pubblicato in G.U.; indennità di maternità alle lavoratrici iscritte alla Gestione separata: decreto in G.U.; Cassazione sul rapporto di lavoro dipendente per il socio di SNC; Cassazione sulle operazioni cronologiche nel libro giornale; niente spesometro per la Pa: per commercianti al dettaglio e tour operator niente obbligo sotto i 3mila euro senza Iva; disponibili sul web delle Entrate le specifiche tecniche per otto, cinque e due per mille; INPS: utilizzo della causale contributo LACC nel Modello F24; contenzioso tributario: insediato tavolo tecnico MEF-Giustizia; certificazione unica 2016 ed applicazione delle Convenzioni internazionali al fine di evitare la doppia imposizione fiscale alle pensioni della gestione privata per i residenti in Canada e Brasile; cessione quinto pensione – aggiornamento tassi

 

agenda-immagineIndice:

 

1) Niente iscrizione ipoteca immobiliare per valori che eccedano la cautela

2) Contabilità armonizzata negli enti territoriali: delibera in G.U.

3) Rapporti fiscali con Taiwan: comunicato pubblicato in G.U.

4) Indennità di maternità alle lavoratrici iscritte alla Gestione separata: decreto in G.U.

5) Cassazione sul rapporto di lavoro dipendente per il socio di snc

6) Cassazione sulle operazioni cronologiche nel libro giornale

7) Niente spesometro per la Pa: per commercianti al dettaglio e tour operator niente obbligo sotto i 3mila euro senza Iva

8) Disponibili sul web delle Entrate le specifiche tecniche per otto, cinque e due per mille

9) INPS: utilizzo della causale contributo LACC nel Modello F24

10) Contenzioso tributario: insediato tavolo tecnico MEF-Giustizia

11) Certificazione unica 2016 ed applicazione delle Convenzioni internazionali al fine di evitare la doppia imposizione fiscale alle pensioni della gestione privata per i residenti in Canada e Brasile

12) Cessione quinto pensione – aggiornamento tassi

 

 

1) Niente iscrizione ipoteca immobiliare per valori che eccedano la cautela

La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 6533 del 5 aprile 2016, ha stabilito che il creditore che iscrive ipoteca giudiziale sui beni del debitore il cui valore sia eccedente la cautela, discostandosi dai parametri normativi mediante l’iscrizione per un valore che supera di un terzo l’importo dei crediti iscritti, pone in essere un comportamento di abuso dello strumento della cautela rispetto al fine per cui gli è stato conferito.

Una banca creditrice otteneva decreto ingiuntivo in danno del debitore e iscriveva ipoteca giudiziale, per 150 milioni di lire sull’intero patrimonio immobiliare facente parte dell’impresa del predetto soggetto. L’opposizione al decreto ingiuntivo veniva accolta dal tribunale. Veniva tuttavia rigettata la domanda per i danni ex art. 96 cpc proposta dall’opponente.

L’impugnazione relativa alla sola domanda di cui all’art. 96 cpc veniva rigettata anche dalla Corte di appello di Bari.

Proponeva ricorso per Cassazione il debitore, chiedendo se nell’ipotesi risulti accertata l’inesistenza del diritto per cui è stata iscritta ipoteca giudiziale e la normale prudenza del creditore nel procedere all’iscrizione dell’ipoteca, potesse configurarsi in capo al suddetto creditore la responsabilità ex art. 96, secondo comma cpc, per non aver egli usato la normale diligenza nell’iscrivere ipoteca sui beni di valore sproporzionato rispetto al credito garantito.

La Corte di cassazione, sovvertendo i precedenti orientamenti, e muovendo da argomentazioni ancorate ai principi costituzionali, ha ritenuto accoglibile il ricorso.

 

******

 

2) Contabilità armonizzata negli enti territoriali: delibera in G.U.

Sono andate in G.U. le linee d’indirizzo per il bilancio 2016-2018 e la contabilità armonizzata negli enti territoriali.

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 79 del 5 aprile 2016, è stata pubblicata la delibera della Corte dei Conti 18 marzo 2016 contenente le Linee di indirizzo per la formazione del bilancio 2016-2018 e per l’attuazione della contabilità armonizzata negli enti territoriali.

Per l’esercizio 2016, come negli anni precedenti, il termine per l’approvazione del bilancio di previsione, fissato al 31 dicembre dell’anno precedente all’esercizio di riferimento, è stato differito per gli enti locali inizialmente al 31 marzo e ulteriormente prorogato al 30 aprile per i Comuni e al 31 luglio 2016 per Province e Città metropolitane.

L’esercizio 2016 – spiega la Corte dei Conti nella premessa alle Linee di indirizzo – rappresenta un momento centrale per l’entrata a regime della riforma contabile per gli enti territoriali che, non avendo partecipato alla fase di sperimentazione, ai sensi dell’art. 78 del DLgs. 118/2011, hanno rinviato alcuni degli adempimenti richiesti…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it